Tutto sulla linfa di betulla: proprietà e benefici

Guida Guida

La linfa di betulla permette di eliminare tossine e liquidi in eccesso. Ha proprietà depurative, disintossicanti e diuretiche ed apporta una molteplicità di benefici all’organismo. Scopriamo quali.  

La linfa di betulla permette di eliminare tossine e liquidi in eccesso. Ha proprietà depurative, disintossicanti e diuretiche ed apporta una molteplicità di benefici all’organismo. Scopriamo quali.  
Ti potrebbero interessare

La Betulla è una pianta originaria del Nord Europa e del Canda che attualmente cresce anche nelle zone boschive e collinari del nostro territorio, ad un’altitudine compresa tra i 700 e 800m. Dal suo tronco si estrae una linfa depurativa, disintossicante e diuretica dalle innumerevoli proprietà benefiche e dalle minime controindicazioni. Questa pianta, inoltre, appartiene alla famiglia delle Betulacee e la specie più diffusa è la Betulla pendula, nota anche come Betulla Bianca.

Cos'è la linfa di betulla 

La linfa di betulla è una sostanza che si preleva dalla pianta in primavera durante la fioritura e che deve essere pastorizzata a freddo dopo la raccolta.

Per fare questo si esegue un’incisione sulla corteccia in cui si inserisce un tubicino per poi prelevare solo una minima quantità di prodotto.

Limitando l’estrazione, infatti, non si hanno ripercussioni negative, né sulla fioritura, né tanto meno sulla salute della pianta stessa.

Le proprietà benefiche della linfa di betulla

Foto apertura: morisfoto-123RF

Questa linfa è ricca di vitamina C, flavonoidi, tannini, amminoacidi e sali minerali. Ha un effetto rigenerante, disintossicante e depurativo per l’organismo, dal momento che favorisce anche la naturale espulsione delle tossine. Inoltre, è un valido diuretico e contiene anche saponine anticolesterolo che aiutano a libera il sistema circolatorio e il fegato da eventuali accumuli di colesterolo cattivo.

Diuretiche 

Assumere abitualmente la linfa di betulla stimola la diuresi, purifica e depura reni e incrementa la quantità di urine espulse. E non è tutto: questa pianta ha un effetto sgonfiante sull’organismo, aiuta a prevenire la cistite e migliora visibilmente la qualità della pelle, che appare tonica e compatta.

Antinfiammatorie  

I due principi attivi di questa linfa - il betuloside e il monotropitoside - le conferiscono anche proprietà antinfiammatorie, analgesiche e antidolorifiche. Per questo motivo, è un liquido utilizzato fin dall’antichità in presenza di dolori reumatici, artrosi o iperuricemia.

Effetto drenante 

Il suo elevato contenuto di potassio la rende una linfa fortemente drenante, nonché un rimedio ampiamente utilizzato in gemmoterapia per contrastare una molteplicità di disturbi come la ritenzione idrica, l'edema linfatico e la formazione di calcoli renali. Questo liquido, inoltre, è un alleato naturale per combattere la cellulite, il gonfiore alle gambe e il ristagno dei liquidi.

Come usare la linfa di betulla 

Per un risultato ottimale è consigliato assumere alcune gocce ogni giorno, da sole o diluite in acqua o succo di frutta. Meglio se al mattino e a stomaco vuoto. Tuttavia, per una massima efficacia, durante l’intera giornata è consigliato bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, avendo cura di proseguire con il trattamento per almeno un mese.

Linfa di betulla: dove comprarla e quanto costa 

La linfa di betulla può essere acquistata online, ma anche in farmacia, erboristeria o in negozi specializzati. In commercio si può trovare anche aromatizzata (da non confondere con il succo di betulla) ed è sempre meglio optare per un prodotto biologico, privo di pesticidi e conservanti. Per quanto riguarda il prezzo, tutto dipende dai formati e dalla qualità del prodotto. Generalmente una bottiglia da 500-700 ml ha un costo variabile da 13 a 20€.

Foto apertura: Alicja Neumiler-123RF

Salute e benessere
SEGUICI