Rimedi naturali

Come scegliere la contraccezione: i metodi naturali

Metodi naturali, di barriera, ormonali: esistono vari tipi di contraccezione. Ecco in che consistono i sistemi naturali

Metodi naturali, di barriera, ormonali: esistono vari tipi di contraccezione. Ecco in che consistono i sistemi naturali

I metodi naturali si basano esclusivamente sulla rilevazione di sintomi e segni in grado di individuare il periodo fertile della donna. Non sono invasivi ma il loro grado di inefficacia risulta più alto.

Ecco in che consistono i metodi anticoncezionali naturali

 

  • Ogino-Knaus: è un metodo che si basa sul calcolo preciso dell’ovulazione tenendo conto della durata del ciclo.

Nei giorni più a rischio, è bene astenersi dai rapporti sessuali o utilizzare altri metodi contraccettivi di barriera (preservativo, ad esempio).
Va fatto presente che il ciclo di una donna non è regolare come un orologio, per questo è una forma contraccettiva con scarsa efficacia.

 

  • Temperatura basale. Tra i metodi di contraccezione naturale, vi è anche la misurazione della temperatura basale (varia a seconda della fase del ciclo mestruale in relazione alla variazione della concentrazione sierica del progesterone). 

Va misurata la temperatura ogni mattina alla stessa ora ma dato che questa può variare in relazione a tanti fattori (debolezza, stress, infiammazioni, cambio di stagione, ecc..) risulta essere un metodo poco sicuro

  • Metodo bilings. Come misura della fertilità adotta la quantità e l’aspetto delle secrezioni durante le fasi del ciclo mestruale.

E’ un metodo che ha in teoria un forte fondamento scientifico ma è molto difficile da applicare praticamente: l’aspetto del muco, infatti, può variare in base a diversi fattori come ad esempio, infiammazioni, infezioni o stress emotivo.


Fonte:Repubblica.it

 

Dea by Wellness