L'amore ai tempi dei millennials

Notizia Notizia

I millennials e l’amore: ecco come vivono le relazioni i nati tra il 1984 e il 2000. La guida definitiva.

I Millennials si sposano sempre meno. Fanno anche meno sesso rispetto alle generazioni precedenti. Questi i dati emersi da alcune ricerche recenti. Il matrimonio non è più il sogno della vita, il sesso risente del vuoto di certezze e dei dubbi di una generazione che cerca ancora l’amore, ma in modo diverso.

Alla luce di quanto detto, ci è venuto spontaneo chiederci in che modo i Millennials vivano le relazioni e cosa cerchino in un rapporto di coppia. Quello che è certo è che prima di passare alla fase figli, hanno voglia di godersi la loro gioventù, pensando prima di tutto alla propria felicità. E cosa c'è di sbagliato nel farlo?

I Millennials e la scelta del partner

via GIPHY

I millennials sono generazione molto esigente quando si tratta di trovare la persona giusta. I Millennials cercano di essere soddisfatti prima di tutto come singlel; sotto questo punto di vista, quindi, la coppia assume un ruolo secondario. Proprio per questo motivo, hanno bisogno di una persona che sia almeno indipendente quanto loro.

Non scappano dalle relazioni stabili, ma pretendono il meglio, e quindi capita che sempre più spesso si riducano a stare da soli per anni. Quello che è cambiato è che non vogliono ufficializzare necessariamente il proprio legame di fronte alla legge. I dati lo confermano:

  • negli ultimi 10 anni i matrimoni sono diminuiti di 50mila unità
  • l’età media alla quale ci si sposa si è alzata, diventando 37 anni per gli uomini e 33 per le donne
  • i matrimoni durano in media 10 anni

L’amore ai tempi dei Millennials

via GIPHY

Un altro fattore che influenza le relazioni dei Millennials è la tipologia di vita che si sta portando avanti. Gli impegni sono all’ordine del giorno e, se da un lato ci si sente attivi e dinamici, dall’altro non si ha tempo da dedicare alla costruzione di un rapporto duraturo. Le relazioni sono sempre più spesso a progetto o a tempo determinato, come i contratti di lavoro. Si parla, per questo, di anoressia sentimentale.

A questo si aggiunge che la volontà di provare a stare bene con un altro attraverso dei compromessi è diventato un passaggio che sempre meno Millennials sono disposti a mettere in pratica. Si sta insieme fino a quando si sta bene. Passato l’idillio, ognuno per la sua strada.

Come si conoscono i Millennials

via GIPHY

Il ritmo frenetico al quale si è esposti ogni giorno, rende complicati gli incontri faccia a faccia. Il metodo più veloce per conoscere qualcuno diventa, allora, l’online e l’utilizzo di siti e app di incontri, fra le quali spicca Tinder. Un Millennial su tre ha conosciuto il proprio partner in rete. Per le coppie, però, spesso i social si trasformano in uno strumento infernale: controllare il profilo dell’altro almeno una volta al giorno diventa patologico e aumenta in modo esponeziale le insicurezze e la possibilità di rottura. 

Il bisogno di mettere le radici in un posto fisso arriva in un secondo momento, quando però le possibilità si riducono, soprattutto se nasce anche il desiderio di avere figli. Con l’età il rischio è quello di sentirsi inadeguati a causa della solitudine, incappando così nella trappola di stare con qualcuno che non piace abbastanza solo per non sentirsi soli. I Millennials, comunque, credono ancora nell'amore. Solo che per loro amore non corrisponde più al percorso limpido e già scritto che hanno avuto i loro genitori. Studi. Ti sposi. Fai almeno due figli. E lo schema riparte.

Foto di apertura: sergiomonti / 123RF Archivio Fotografico

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI