La regola del 2/7: come riprendersi da una delusione amorosa

Guida Guida

Cosa fare quando finisce un amore? Per gestire dolore e sofferenza basta abbandonare gelato e prosecco e affidarsi ai prodigi della matematica.

Cosa fare quando finisce un amore? Per gestire dolore e sofferenza basta abbandonare gelato e prosecco e affidarsi ai prodigi della matematica.

Secondo una ricerca Olandese, quando dobbiamo affrontare la fine di una storia d'amore, sia durata anni o come uno Spritz a Milano all'ora dell'aperitivo, il segreto sta in una frazione: 2 su 7.

La sofferenza, le lacrime, la disperazione devono scorrere a fiumi solo due giorni su sette.

Il resto della settimana va lasciato alla positività, la sofferenza non è concessa. Applicando questa regola metodicamente sembra che molte persone riescano a disciplinare il dolore.

La matematica giunge quindi a sopresa in soccorso dell'unico campo in cui i conti non tornano mai: il cuore. Sapendo che per due giorni potremmo piangere e annegare nel gelato passiamo gli altri 5 in maniera produttiva, senza privarci del sacrosanto diritto di elaborare il nostro lutto.

Quindi segnate sul calendario i 2 giorni tristi, sfogatevi e per il resto del tempo concentratevi su voi stesse in maniera produttiva: con il passare del tempo avrete sempre meno bisogno di soffrire perché avrete passato percentualmente piu tempo con un atteggiamento positivo.

Che ci abbiano pensato in Olanda perche è pieno di fustacchioni biondi che girano in bici, comprano tulipani (e li fumano) e sono tutti felici?
Il dubbio viene, ma tentar non nuoce.

Foto © kuvona - Fotolia.com

E' piu facile se

 Anche nei due giorni di tristezza concessi ci concediamo un pensiero positivo.

Amore e coppia
SEGUICI