10 cose che forse non sai sulla vagina

Classifica Classifica

Anatomia di una vagina: 10 cose che dovreste assolutamente sapere sull’organo genitale femminile.

Da come è fatta alle sue caratteristiche specifiche, la vagina potrebbe avere ancora qualche segreto per voi, che sarebbe bene scoprire. L’organo genitale femminile è infatti molto più complesso rispetto a quello che si può credere di conoscere. Detto in altri termini, non si tratta semplicemente di una "apertura".

Curiosi di arricchirvi con qualcosa di nuovo o di ripassare quello che sapete già, perché siete femmine ben informate? Allora non potete esimervi dal leggere queste 10 curiosità su una delle parti più interessanti di questo mammifero chiamato donna, la vagina.

10. Vagina e vulva sono due cose diverse

via GIPHY

La vagina è la parte elastica e muscolare dell’apparato genitale femminile che si estende dalla vulva alla cervice (o collo dell’utero), che è la porzione anatomica più profonda. Nella parte interna troviamo l’utero, lo “spazio” che accoglierà un giorno una nuova vita (se ne avrete voglia). La vulva rappresenta dunque la porzione anatomica più superficiale della vagina, la parte più esterna, quella che si espande e dilata durante un rapporto sessuale; nel linguaggio comune viene in pratica utilizzata la parola vagina per indicare la vulva.

9. Da cosa è protetta la vagina?

via GIPHY

Il canale vaginale si estende verso l’alto e la parte posteriore, tra l’uretra e il retto. L’apertura vaginale (e quella uretrale) è protetta da grandi e piccole labbra e da una membrana, l’imene, che si rompe dopo i primi rapporti sessuali.

8. Anche vagina e uretra non sono la stessa cosa

via GIPHY

Sulla vulva sono presenti due aperture: l’apertura vaginale, che è quella del tratto genitale, e l’apertura uretrale, che è invece legata al tratto urinario. Questa caratteristica anatomica è tipica delle donne, in quanto gli uomini hanno una sola apertura (sul glande) che funziona sia per la fuoriuscita dello sperma sia dell’urina.

7. Vagina e mestruazioni

via GIPHY

Spesso si pensa che il ciclo mestruale sia un impedimento ai rapporti sessuali. In realtà, non è vero che non si può far sesso con il ciclo. Bisogna, però, stare molto più attenti, per questioni igienico-sanitarie, soprattutto nel caso in cui lui abbia qualche piccolo taglio o ferita sul pene. In quei casi, sarebbe meglio evitare.

6. La vagina può cedere o cambiare

via GIPHY

Soprattutto in seguito a uno o più parti naturali, il tessuto della vagina tende a cedere. Si tratta di una condizione normale, che può acuirsi con il passare del tempo e l’età. Ragion per cui, non è necessario preoccuparsene troppo.

5. Dimensioni e forma della vagina

via GIPHY

Quello che leggerete smentirà per sempre la teoria secondo la quale un pene deve essere enorme per soddisfarci. La vagina, infatti, non è così grande: si estende in diametro per 2 cm e 7-8cm in lunghezza. Durante la fase di eccitazione la larghezza può raggiungere i 5,75-6,25 cm e la lunghezza 9,5-10,5 cm. Le vagine non sono tutte uguali, ma cambiano per forma, colore e odore.

4. Grazie, Miss Clitoride!

via GIPHY

Non tutte le donne riescono a raggiungere l’orgasmo tramite la sola penetrazione: il piacere è reso possibile grazie alla presenza della clitoride, un corpo erettile che si estende all’interno dell’apparato sessuale femminile. La parte visibile (che costituisce il glande della clitoride) si trova nascosta tra le piccole labbra.

3. Lubrificare la vagina non è reato

via GIPHY

Durante la fase di eccitazione, la vagina si lubrifica in modo automatico per favorire la penetrazione. Ci sono casi nei quali, per motivazioni che possono essere non solo fisiche ma soprattutto psicologiche, ciò non si verifica. L’utilizzo di lubrificanti artificiali per ovviare all’inconveniente “tecnico” è cosa buona e giusta.

2. Si possono contrarre malattie

via GIPHY

Com’è comunemente noto, ma non fa mai male ricordarlo, è possibile contrarre malattie sessualmente trasmissibili o infezioni vaginali durante un rapporto sessuale. Ecco perché nel caso di strane perdite, cambiamenti significativi, prurito o fastidi insoliti è sempre bene contattare un medico. Più in generale, il sesso protetto è il modo migliore per non rischiare di prendere malattie gravi, come l’HIV, ma controlli periodici sono comunque necessari. Un buon consiglio è anche quello di fare un pap test con una certa regolarità, in modo da verificare la possibile presenza di un cancro alla cervice.

1. La vagina è autopulente

via GIPHY

Questo non significa che non bisogna lavarsi, anzi la pulizia è importantissima in relazione al discorso malattie e infezioni. La vagina, comunque, è in grado di pulirsi in autonomia grazie all’azione naturale della flora batterica.

Foto d'apertura: akz © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI