Pene circonciso: tra igiene, tendenze e funzione sessuale

Notizia Notizia

Cos’è la circoncisione maschile, come funziona e cosa cambia a livello sessuale rispetto a un pene non circonciso.  

La circoncisione è un’operazione al pene che ha origine nell’antichità: pare che fosse praticata già ai tempi degli antichi Egizi e spesso se ne sente parlare nei film quando vengono rappresentati personaggi di cultura ebraica.

In cosa consiste, nella pratica, la circoncisione maschile? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi che ne derivano? Che differenza c'è con gli altri "tipi di pene"? Ci sono ripercussioni a livello sessuale? In queste righe cercheremo, insieme, di saperne di più.

Circoncisione del pene: cos'è e come viene fatta (e perché) 

La circoncisione è un’operazione chirurgica che consiste nella rimozione totale del prepuzio. In questo modo il glande resterà del tutto scoperto, anche se in alcuni casi viene praticata una rimozione parziale.

Si tratta di una pratica che è legata spesso alle credenze religiose di alcuni popoli. Come per esempio quello musulmano, per il quale la circoncisione rappresenta una sorta di rituale, una cerimonia per ufficializzare l’appartenenza a una data cultura. Lo stesso si può dire per la comunità ebraica, per la quale la circoncisione viene tramandata di generazione in generazione da oltre 3.000 anni.

In Italia, quando si pratica la circoncisione lo si fa per motivazioni di tipo medico, ovvero nei casi in cui siano presenti infiammazioni che coinvolgono il prepuzio e il solco balano prepuziale e che potrebbero provocare problemi di scorrimento della pelle durante il sesso o la masturbazione.

pene circonciso

Prepuzio, un po' di anatomia: a cosa serve?

Il prepuzio è un lembo di pelle che ricopre il glande e che si ritrae nel momento in cui il pene è in erezione. È collegato al glande tramite una fascia di tessuto, che prende il nome di frenulo. Si tratta di una zona ricchissima di terminazioni nervose, molto sensibile agli stimoli di tipo sessuale e al piacere.

Circoncisione e igiene: un pene circonciso è più pulito? 

Tra gli altri motivi per i quali ci si può sottoporre alla circoncisione del pene ci sono anche:

  • l’igiene intima, in quanto in assenza del prepuzio eventuali microperdite di urina non possono rimanere incastrate tra il prepuzio e il glande. La circoncisione può ridurre anche il rischio di contrarre malattie veneree: per esempio, pare che il prepuzio sia l’habitat ideale per il virus HIV;
  • la presenza di disturbi anatomici, quali per esempio la fimosi, che è il restringimento del prepuzio;
  • il trattamento dell’eiaculazione precoce.

L’intervento viene realizzato in day hospital, tramite anestesia locale.

Sesso e circoncisione 

A riprova di quanto detto nel paragrafo precedente, alcuni dati statistici hanno confermato che fare sesso con partner circoncisi riduce le probabilità di contrarre vaginiti batteriche. Gli uomini circoncisi non hanno ripercussioni a livello sessuale quando l’intervento viene praticato in giovane età. L’eventuale problema della riduzione della sensibilità sessuale può comunque essere risolto allungando i tempi dedicati ai preliminari.

Fare sesso con un uomo circonciso: cambia qualcosa? 

Per le donne il sesso con un uomo circonciso potrebbe essere diverso unicamente per un fattore di tipo “estetico” in quanto, soprattutto se non ne hanno mai visto uno dal vivo, potrebbero trovarlo insolito. Nella pratica, in realtà, non cambia niente: la soddisfazione sessuale non dipende tanto dalla presenza o meno del prepuzio, ma dal modo in cui lui sarà in grado di farvi godere. Che sia circonciso oppure no!

Foto: nito500 - 123.rf

Amore e coppia
SEGUICI