Sesso

Sperma: tra curiosità, leggende e falsi miti

Dalla composizione alle calorie, dal movimento degli spermatozoi alle proprietà: quante ne sai davvero sullo sperma? Mettiti alla prova leggendo queste righe.

Dalla composizione alle calorie, dal movimento degli spermatozoi alle proprietà: quante ne sai davvero sullo sperma? Mettiti alla prova leggendo queste righe.

Parlare di sperma potrebbe sembrare un argomento ormai superato, roba da libri di biologia delle scuole medie. Eppure sono tanti i falsi miti che circolano ancora oggi sul liquido seminale maschile o i dettagli che ancora non si conoscono. Cerchiamo di scoprirli insieme, con qualche curiosità in più e qualche delucidazione necessaria.

Tutto quello che avresti voluto sapere sullo sperma 

Il liquido seminale viene prodotto dalle secrezioni della ghiandola prostatica e dalle vescicole seminali. Al suo interno sono contenute le sostanze nutritive che nutrono gli spermatozoi. Da cosa è composto veramente? Fa male o ha delle proprietà benefiche per l'organismo?

La composizione dello sperma (e le sue calorie)

Lo sperma deriva da tre diversi liquidi:

  • il primo proviene dai testicoli e contiene gli sparmatozoi;
  • il secondo è il liquido delle vescicole seminali;
  • il terzo, il liquido pre-seminale.

Per ogni eiaculazione, vengono emessi dall’uomo da 1,5 a 6 ml di sperma, nel quale sono contenute dalle 15 alle 30 calorie.

Ingoiare lo sperma NON fa male 

Lo sperma non è un liquido tossico in quanto viene prodotto dall’organismo. Quindi no, ingoiare lo sperma non fa male.

Tuttavia, nei casi in cui si abbia l’AIDS, l’epatite o altre malattie sessualmente trasmissibili, ci si potrà contagiare per mezzo dello sperma sia con un rapporto orale sia con la penetrazione vaginale. Per questo motivo è sempre consigliato evitare i rapporti non protetti con persone che non si conoscono.

Sperma e riscaldamento globale: la fertilità è a rischio?

Alcuni studi recenti hanno messo in evidenza una correlazione tra i cambiamenti climatici e le conseguenze sulla salute riproduttiva. Per esempio, il progetto di ricerca internazionale Ecofoodfertility ha esaminato gli effetti dell’inquinamento sulla fertilità nell’area della Terra dei Fuochi. Il seme maschile di chi abita in queste zone è caratterizzato da un minor grado di vitalità.

Si può essere allergici allo sperma? 

Considerato che si può praticamente essere allergici a qualsiasi cosa, potrebbe anche capitare di essere allergiche allo sperma. I sintomi più comuni potrebbero essere la comparsa di piccoli brufoli urticanti e il gonfiore alla gola. Ad ogni modo, potrebbe sempre essere una buona scusa da usare se non vi piace il sesso orale.

Gli spermatozoi non sanno "girare" a sinistra

Sicuramente vi sarà capitato di vedere in qualche film o documentario il movimento degli spermatozoi. Un ingegnere dell’Università della California di Los Angeles (UCLA) ha creato una piattaforma per osservarne i percorsi. Lo studio (pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences) ha permesso di documentare il moto di 1.500 spermatozoi dal quale è emerso che le cellule riproduttive maschili compiono percorsi a turacciolo e non sono in grado di svoltare a sinistra.

Sapore dello sperma: si può migliorare?

C’è un meme famoso su uno scaffale del supermercato in cui mancano i succhi di frutta all’ananas nel giorno di San Valentino. La spiegazione? Il sapore dello sperma, che di solito è salato per la presenza di sodio, può essere reso più dolce dall’assunzione di alimenti ricchi di zuccheri. Quindi la risposta è affermativa: lo sperma si può migliorare

Lo sperma fa davvero bene alla pelle?

Uno studio condotto presso l’Università di Graz, in Austria, ha confermato che la spermidina, una molecola contenuta nello sperma, ha la funzione di combattere l’invecchiamento cellulare. Dunque sì, a quanto pare lo sperma potrebbe essere utile anche a migliorare l’aspetto della pelle e a stimolare la crescita dei capelli.

Foto apertura: krissikunterbunt/123RF