10 film per dire basta alla violenza contro le donne

Notizia Notizia

In occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, scopriamo quali film hanno cercato di sfruttare la bravura degli attori per chiedere agli uomini di smettere di picchiare le proprie compagne.

Il 25 novembre in tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne. Ogni anno botte e maltrattamenti fisici, ma anche psicologici rendono la vita di milioni di donne un inferno. A volte, quella stessa vita, viene spezzata dagli aguzzini che le stesse vittime proteggono tra le mura domestiche. Le botte diventano così tante che si finisce per morire.

Da sempre Hollywood cerca di denunciare il tema della violenza sulle donne attraverso i propri film. Attrici come Jennifer Lopez, Julia Roberts e Whoopi Goldberg hanno dato corpo e voce a storie che si spera esistano solo sul grande schermo, ma che purtroppo continuano anche nella realtà.

Ecco i 10 film da guardare per dire basta alla violenza sulle donne.

A letto con il nemico. Il film, girato nel 1991, è tratto dall'omonimo romanzo di Nancy Price e ha come protagonista una giovanissima Julia Roberts nei panni di Laura. Lei è la moglie di Martin: potente, ricco e apparentemente perfetto. Subito dopo il viaggio di nozze lui si rivela però violento e instabile. In una rocambolesca fuga, Laura riesce a liberarsi dal marito aguzzino uccidendolo. 

Primo Amore. Come ci insegnano le cronache, la violenza psicologica può materialmente uccidere una persona. È il caso di Primo Amore, film diretto da Matteo Garrone, liberamente tratto dal libro Il cacciatore di anoressiche di Marco Mariolini. Protagonisti sono Vittorio, orafo vicentino ossessionato dalle donne giovanissime e magre, e Sonia, che lo incontra grazie a un annuncio per cuori solitari. Lei asseconda l'ossessione di Vittorio, ci va a vivere insieme e lui inizia a esercitare un controllo sempre più tirannico sull'alimentazione di Sonia. L'epilogo drammatico porta lei a compiere un gesto estremo.

Via dall'incubo. Film del 2002, vede come protagonista Jennifer Lopez nei panni di Slim, giovane cameriera di provincia che lavora in una piccola tavola calda. Infastidita da un cliente, viene difesa da Mitch, giovane aitante che finisce per diventare suo marito. Dopo la nascita della bambina, Slim scopre numerosi tradimenti di Mitch, che considera lei e la figlia sue proprietà. La donna si rifugia presso il padre, impara le arti marziali e in un ultimo e sanguinoso incontro, dà al marito una lezione indimenticabile.

La bestia nel cuore. Giovanna Mezzogiorno è Sabina, la protagonista del libro e del film di Cristina Comencini. Sabina ha un fratello, Daniele, che prima di lei è stato abusato dal padre e condannato da una madre che ha scelto di tacere le violenze. Ma Sabina tutto questo non lo sa, lo ha rimosso e una notte un terribile sogno fa riaffiorare il passato. Si spingerà a cercare le risposte che le mancano, cercando quel fratello che ora vive oltreoceano.

Volver. Un patrigno, una ragazzina e una mamma coraggiosa. Abusata dal compagno della madre, Paula pugnala a morte l'uomo. Scoperta la tragedia Raimunda difende la figlia e occulta il cadavere. In un viaggio a ritroso verso il paesino d'origine della donna, la ragazza scopre di essere figlia di una violenza sessuale subita da Raimunda dal padre.

Thelma & Louise. Anche in questo celebre road movie al femminile troviamo due donne che osano reagire alle violenze e alle frustrazioni del matrimonio. Senza dir nulla ai rispettivi partner, decidono di partire per una vacanza, ma durante una sosta Thelma viene quasi stuprata da un avventore. A salvarla è Louise che, armata di pistola, gli intima di smettere. Noncurante, l'uomo continua e lei gli spara. Da quel momento le due donne diventano fuggitive.

Il colore viola. Georgia, primi anni del Novecento. Clelia è una ragazzina di colore che, abusata dal padre, dà alla luce due figli che le vengono portati via. Dopo poco tempo l'uomo la costringe a prendere in sposa Albert, un vedovo con quattro bambini, molto violento. Compagna di una vita è la sorellina di Clelia, Nettie, che viene insidiata da Albert. Lei lo respinge e questo le costa il posto in casa. Le due sorelle promettono di scriversi, ma Clelia troverà le lettere di Nettie tutte in una sola volta, scoprendo che può tornare a sorridere.

Il cacciatore di donne. Ambientato nell'Alaska del 1983, Il cacciatore di donne è la storia di un serial killer ossessionato dalle prostitute. Una ragazza, trovata ammanettata e in lacrime dalla polizia, racconta di un uomo che voleva ucciderla. Le indagini porteranno a scoprire un uomo con un precedente per stupro, che ha ammazzato altre donne.

Magdalene. Siamo nel 1964. Sullo sfondo di un convento in cui si rinchiudono ragazze la cui virtù è stata compromessa, le protagoniste del film - Bernadette, Margaret e Rose - offrono allo spettatore il risultato del pregiudizio e delle violenze psicologiche e sessuali a cui all'epoca venivano sottoposte le donne "svergognate".

Tina - What's Love Got to Do with It. È la storia di Anna Mae Bullock, una ragazzina dalla voce straordinaria che, grazie all'incontro con Ike Turner, divenne la celebre Tina Turner. Una donna forte, dal talento straordinario, ma che per quasi tutta la sua vita ha dovuto difendersi dalla violenza di un uomo tossicodipendente e malato d'invidia per il successo ineguagliabile di sua moglie. L'incontro con il buddismo dà a Tina la forza di ribellarsi. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI