Vita di coppia
Vita di coppia

Flirtare è come tradire?

La linea sottile, fra flirtare e tradire: ma il flirt con qualcuno può essere considerato tradimento?

La linea sottile, fra flirtare e tradire: ma il flirt con qualcuno può essere considerato tradimento?

Sei fidanzata e stai bene con lui. Una sera ti ritrovi a casa di amiche da sola e all’improvviso arrivano persone che non conosci. Lui ti vede, ti punta, te ne accorgi subito. Intuisci le sue intenzioni, ma non fai niente per fermarlo.

Passi una splendida serata e alla fine non ti interessa niente del fatto che, probabilmente, non lo rivedrai mai più. Solo che poi arriva, anche se in pratica non hai fatto niente di male: il senso di colpa nei confronti del tuo ragazzo. E allora ti chiedi: se il flirt non è un tradimento, allora perché mi sento così?

Il significato di flirtare

Psicologia del flirt. Flirtare con un uomo, flirtare per messaggio, flirtare da sposati: chi flirta sta davvero tradendo la fiducia della persona che ama? Se flirto significa che non sono tipo da storie serie, ma dovrei portare avanti solo relazioni leggere?

Il termine flirt viene definitivo come “Amoreggiamento che non implica un vero e proprio legame affettivo” o ancora “Amoreggiare per piacevole gioco o passatempo, con rapporti che stanno fra l'amicizia e l'amore”.

Il flirt è davvero il male per una coppia? La risposta dipende dalla percezione di ognuno: per molti potrebbe essere un momento innocente in cui si scambiano due parole con una persona interessante, senza avere altre intenzioni, per altri potrebbe significare mancanza di rispetto.

flirtare

Come flirtare e avere successo

Ci sono persone che fanno del flirt la loro valvola di sfogo, soprattutto quando si trovano in relazioni poco sane con partner estremamente gelosi, dei quali, però, non riescono a liberarsi. Per loro flirtare è un gesto naturale, perché permette di avvicinarsi a qualcuno senza ledere troppo la sua privacy e la sua situazione sentimentale.

Per altri flirtare diventa automatico quando si beve un bicchiere di vino in più rispetto alla propria media e ci si trova con i freni inibitori scollegati e una parlantina un po’ più spigliata del solito. Chi non è abituato a flirtare con gli altri potrebbe, dunque, approfittare della leggerezza che qualche bollicina potrebbe mettere in corpo.

Flirt e tradimento: c'è differenza?

Se è vero che il flirt non porta a togliersi i vestiti e a consumare un atto fisico con un’altra persona, perché ci si sente un po’ degli adulteri? La risposta non è univoca perché quello che proviamo è fortemente influenzato dal nostro vissuto e dalle esperienze che abbiamo avuto in passato.

Per esempio, la psicologia Michelle Croyle ha affermato che molto dipende dalle intenzioni che si hanno nel flirtare: le persone particolarmente estroverse e amichevoli potrebbero considerarlo un atto spontaneo, senza conseguenze né significati nascosti.

Chi ha avuto storie con partner possessivi continuerà a sentirsi in colpa nel flirtare, perché nelle relazioni passate ha sempre ricevuto critiche che hanno contribuito a creare il mito del flirt quale anticamera del tradimento. Chi ha una mentalità un po’ più aperta e ha conosciuto partner simili nel modo di pensare, non si farà nessuna paranoia nel ritrovarsi a flirtare un po’ con qualcuno.

In pratica, come spesso accade, la verità sta nel mezzo: flirtare può fare bene alla coppia, basta solo assicurarsi che chi si trovi dall’altro lato non abbia già prenotato una camera in un motel. Inoltre, per sentirsi in pace con sé stessi, ci si potrebbe chiedere: “Flirterei allo stesso modo davanti a lui/lei?”. Se la risposta è sì, allora no, flirtare non è affatto come tradire. Se la risposta è no, dovreste chiedervi qual è il vero motivo che vi fa rinunciare al flirt.