Beauty

Cos’è (e a cosa serve) l’acido glicolico?

È la nuova scoperta delle beauty addicted e rende la pelle più liscia e luminosa, restituendo un colorito più uniforme: tutto sull'acido glicolico.

È la nuova scoperta delle beauty addicted e rende la pelle più liscia e luminosa, restituendo un colorito più uniforme: tutto sull'acido glicolico.

È un ottimo alleato nella lotta contro le rughe, è un’ottima soluzione per combattere le più comuni imperfezioni ed è inserito da moltissime donne nella loro beauty routine per affinare la grana della pelle e renderla più radiosa e luminosa: l’acido glicolico è la nuova grande scoperta delle beauty addicted.

Cos'è l'acido glicolico

Acido esfoliante, noto per le sue proprietà rigeneranti, l’acido glicolico fa parte della famiglia degli Alfa-Idrossiacidi, sostanze di origine naturali presenti in prodotti come l’uva, gli agrumi, le mele e la barbabietola. Viene utilizzato in cosmetica per rendere la pelle più liscia e luminosa e restituire un colorito più omogeneo e uniforme ed è consigliato sia per le pelli mature che per quelle più giovani.

Acido glicolico viso: proprietà e benefici

Scelto per ridurre le imperfezioni, contrastare la comparsa delle prime rughe e dare una bella dose di luminosità alla pelle, l’acido glicolico può rivelarsi un toccasana per il viso e si adatta a tutti i tipi di pelle, fatta eccezione per quelle particolarmente sensibili, per le quali potrebbe risultare un po’ troppo aggressivo.

Penetrando a fondo nella pelle, l’acido glicolico riesce a stimolare la produzione di collagene e favorisce il rinnovamento cellulare e ha un’azione levigante e riequilibrante sulla pelle. I principali benefici? Rimuove le cellule morte, riduce acne, macchie, punti neri e altre impurità, rende la pelle più luminosa e attenua le rughe e il tutto con risultati visibili già dopo qualche settimana di applicazione.

Crema e peeling all'acido glicolico

Foto: Elena Volf-123RF

In circolazione, nelle profumerie o nelle più note catene di cosmesi, si trovano facilmente peeling a base di acido glicolico. Ma la cosa migliore da fare, soprattutto se lo si utilizza per la prima volta, è prediligere quei prodotti che hanno una bassa concentrazione di questo acido esfoliante, in modo da non correre inutili rischi. Sono ottimi per esfoliare la pelle ed eliminare impurità e imperfezioni; mentre per trattamenti più “invasivi”, che agiscano più in profondità, è sempre meglio affidarsi alle mani sapienti di un dermatologo.

L'acido glicolico si può usare in estate?

Un’altra accortezza da avere è quella di fare attenzione quando si usano prodotti con acido glicolico durante la stagione calda. L’acido glicolico infatti è fotosensibilizzante e questo vuol dire che, dopo la sua applicazione, la pelle non va assolutamente esposta ai raggi solari per almeno 24 ore se non addirittura 48 ore. E tra l’altro, dopo l’uso del trattamento esfoliante, idratare per bene la pelle con una crema con un alto fattore di protezione si rivela sempre una mossa vincente.

Acido glicolico fai da te: perché non è una buona idea

Nonostante i grandissimi vantaggi dell’acido glicolico e i suoi effetti favolosi sulla pelle, un po’ di attenzione è caldamente consigliata e ai trattamenti fai da te è meglio preferire quelli realizzati ad hoc da un professionista. Creme per il viso e peeling con una concentrazione di acido glicolico non superiore al 10% in genere non danno nessuna particolare controindicazione e si possono usare senza troppi problemi. Per tutto il resto, per evitare reazioni cutanee inattese, meglio rivolgersi al proprio dermatologo di fiducia.

Foto apertura: Elena Volf - 123RF