Beauty

Tutto sulle maschere al carbone

A cosa servono, quali sono i benefici per la pelle e quali sono le migliori: pronte a saperne di più sulle maschere al carbone?

A cosa servono, quali sono i benefici per la pelle e quali sono le migliori: pronte a saperne di più sulle maschere al carbone?

Dire addio a eccesso di sebo e impurità e purificare a fondo la pelle? Non è mai stato così facile! Grazie alle maschere al carbone infatti combattere imperfezioni e pelle lucida sarà un vero gioco da ragazze.

Cos’è la maschera al carbone

Foto_rawpixel-123RF

Alleato di bellezza che sta davvero spopolando nel mondo beauty, la cosiddetta black mask non è altro che una maschera nera a base di carbone vegetale, un ingrediente magico che consente di eliminare i batteri responsabili della comparsa di punti neri e brufoli e di idratare contemporaneamente la pelle. Può essere sia in tessuto che in gel, è in grado di pulire a fondo e purificare la pelle ed è un valido aiuto contro pori dilatati ed eccesso di sebo.

Maschera al carbone: proprietà e benefici

Il carbone vegetale infatti è ormai noto per le sue grandi proprietà antibatteriche che lo rendono un ingrediente perfetto per la pulizia della pelle e che per questo andrebbe inserito nella beauty routine. Dal potere detox, le maschere al carbone sono un toccasana per eliminare le impurità della pelle, per difenderla dall’inquinamento ma anche per combattere disidratazione cutanea, brufoli e punti neri.

Le migliori maschere al carbone 

Come sempre i prodotti di cosmesi che si trovano in circolazione riescono a venire incontro a tutte le esigenze, noi abbiamo provato a selezionare alcuni delle migliori maschere al carbone del momento.

La maschera al carbone Vichy

Foto:Vichy.it

Quella effetto detox al carbone purificante di Vichy è a base di carbone vegetale, caolino e argilla. Mira a liberare la pelle dalle impurità e ad assorbire l’eccesso di sebo, e lascia la pelle del viso più morbida, levigata e luminosa.

 La maschera al carbone Yves Rocher

Foto:Yves-rocher.it

Si chiama “Libera Pori” la maschera al carbone di Yves Rocher che, come suggerisce il nome stesso, combatte il sebo in eccesso e purifica a fondo la pelle, riducendo punti neri, brufoli e altre impurità.

La maschera al carbone Chenot

Foto:mazzolari-milano.com

Impressioni super positive anche per la maschera al carbone di Chenot, una black mask arricchita dal Chenot Complex e da acido ialuronico che, oltre ad eliminare tossine, punti neri e impurità, aiuta a prevenire l’invecchiamento cutaneo e a rimpolpare la pelle.

La maschera al carbone Garnier

Foto:Garnier.it

Studiata specificatamente per le pelli grasse, 3 in 1, la maschera al carbone di Garnier che unisce tre diversi prodotti in uno: un gel detergente che elimina le impurità, uno scrub che minimizza i punti i neri e una maschera che riduce l’eccesso di sebo.

Foto apertura:Ronnarong Thanuthattaphong-123RF