Beauty

5 nuovi trend beauty post Coronavirus

Com’è cambiato il nostro rapporto con il mondo beauty dopo il Covid? Un studio condotto da Treatwell ci svela le nuove tendenze in Europa.

Com’è cambiato il nostro rapporto con il mondo beauty dopo il Covid? Un studio condotto da Treatwell ci svela le nuove tendenze in Europa.

La pandemia con cui abbiamo a che fare dall’inizio dell’anno ha avuto un forte impatto sulle vostre vite e ha finito per stravolgere completamente anche le nostre piccole abitudini.

Per lunghi mesi, durante il lockdown, abbiamo dovuto fare a meno di tagli, pieghe, cerette & company e abbiamo dovuto arrangiarci da sole e in questi mesi inevitabilmente anche il nostro rapporto con la bellezza è cambiato.

Ma anche adesso che siamo tornati alla (quasi) normalità nulla sembra essere più come prima.

Treatwell, il più grande portale in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza e benessere, ha realizzato uno studio per esaminare l’impatto che quest’emergenza sanitaria ha avuto sul mondo dell’estetica.

Come sono cambiate le abitudini dei consumatori europei? I risultati sono davvero molto interessanti: ecco 5 principali tendenze che sono emerse dallo studio condotto da Treatwell.

5. Boom del fai da te

Durante i mesi del lockdown, con parrucchieri e centri estetici chiusi, ci siamo dovute ingegnare parecchio. Gestire da sole la ricrescita, sfoltire la frangia con una forbice non professionale, togliere e rimettere lo smalto in gel: sono tante le cose che abbiamo dovuto imparare per non trascurarci durante la quarantena. I trattamenti homemade sono diventati una vera e propria tendenza e anche adesso che ha riaperto tutto, sia per una questione di sicurezza ed evitare il contatto con gli operatori, sia per tagliare un po’ di spese extra, sono in molti i consumatori che hanno intenzione di continuare con il fai da te.

4. Crescita di prenotazioni maschili

Dall’analisi di Treatwell è emersa un’incredibile crescita di prenotazioni maschili. Secondo il report, al momento della riapertura dei saloni di bellezza, si è registrato un boom di appuntamenti per i tagli di capelli per lui. Il 26% degli intervistati ha ammesso di aver prenotato il proprio taglio per la prima volta, anche per via delle nuove norme anti-assembramento che prevedono un ingresso scaglionato nei saloni.

3. No al last minute

Se prima della pandemia si sfruttavano anche i ritagli di tempo per concedersi tagli, massaggi o nuovi trattamenti di bellezza, adesso la tendenza a prenotare last minute si è ridotta parecchio in tutta Europa. I saloni sono quasi sempre tutti pieni e per assicurarsi un appuntamento i consumatori sanno bene che devono ormai pensarci con largo anticipo.

2. Il microblading tra i trattamenti più richiesti

Subito dopo la fine del lockdown ci sono stati dei trattamenti che, più degli altri, hanno registrato un boom. Tra questi, al primo posto, il microblading le cui prenotazioni hanno superato il +40%, seguito poi da ombré hair, brazialina blow dry alla cheratina, balayage e méches.

1. Maggiore cura di sé

A causa della pandemia si è diffuso un generale clima di insicurezza e incertezza sul futuro ma guardando ai soli aspetti positivi salta all’occhio un’eccezione: è aumentato infatti il numero di coloro che hanno capito l’importanza di prendersi cura di sé. Il 37% degli intervistati da Treatwell ha infatti confessato di dare molta più importanza al proprio benessere. Il 59% degli italiani ha tutte le intenzioni di continuare a concedersi lo stesso numero di trattamenti di bellezza rispetto a prima del lockdown e c’è anche un 10% che addirittura sembra volerne prenotare anche di più.