Bagno vintage: 5 accessori per il vostro angolo retrò

Classifica Classifica

Rubinetteria dorata, ceste di vimini e l'immancabile portasaponetta. Ma non solo. Ecco alcuni consigli per una toilette dal gusto antico. 

Ti potrebbero interessare

Sono ormai lontani i tempi in cui il bagno era solo una parte della casa in cui lavarsi e… fare tutto il resto. Se la principale preoccupazione riguardante questo angolo dell’abitazione è ancora oggi la sua pulizia, oggi la stanza da bagno è considerato un ambiente come tutte gli altri, capace di stupire gli ospiti se arredata nel modo giusto, magari recuperando una vecchia consolle di famiglia come portalavabo o optando per una vasca da bagno incassata. Le possibilità sono tante, basta avere le idee chiare sullo stile da seguire. Se volete optare per un arredamento retrò, dovete fare particolare attenzione (anche) agli accessori: eccone cinque che non possono assolutamente mancare in un bagno vintage.

1. I rubinetti dorati

Foto: Mihail Dechev@123RF.COM

Detto che un bagno retrò non può prescindere dalle giuste piastrelle (rettangolari bianco lucido alle pareti e , a terra, con decori geometrici), anche la rubinetteria è fondamentale, perché è in grado di conferire carattere all’intero ambiente: per un bagno anni '50 (o ancor più retrò), sì allora a rubinetti con manopole dorate e tondeggianti (magari con acqua calda e acqua fredda separate).

2. Cornici alle pareti

Foto: belchonok@123RF.COM

Pochi elementi di arredo sanno dare carattere a un ambiente come i quadri. Meglio se con cornice nera, quadri di ogni dimensione sono ideali per una stanza da bagno dal sapore retro. Con quali immagini? Niente foto di famiglia, nemmeno in bianco e nero, meglio optare per vecchie pubblicità, magari di qualche bevanda, che si possono facilmente trovare nei mercatini dell’antiquariato, oppure per delle cornici con delle scritte.

3. Portasaponette

Foto: Yakov Oskanov@123RF.COM

Per un bagno vintage è più adatto un portasaponette, piuttosto che un dispenser per il sapone liquido, che risulta sicuramente più comodo (e igienico) ma al tempo stesso troppo moderno in una stanza da bagno retrò. Meglio optare dunque per l’intramontabile saponetta, con un contenitore chiaro in ceramica dalle forme tondeggianti.

4. Ceste di vimini

Foto: belchonok@123RF.COM

La toilette è l’ambiente della casa in cui è più facile dare sfogo alla propria passione per lo shabby chic: merito dei colori tenui e dei materiali che è possibile utilizzare. A tal proposito, sarebbero diversi gli accessori consigliabili, ma in un bagno shabby chic non può assolutamente mancare un cesto portabiancheria in vimini. Dove, magari, riporre i vecchi teli da bagno del corredo della nonna.

5. Radio vintage

Foto: oledgugko @123RF.COM

Un curioso elemento vintage ideale per ricreare bagni anni 70 è la radio, apparecchio ormai démodé anche nelle sue forme più moderne e che, in quelle retrò, è in grado di dare carattere vintage all’intero bagno. Suggerendo che, in quella stanza, ci si rilassa nella vasca (quando c’è) ascoltando musica, come quando non c’erano gli smartphone.  

Foto apertura: iriana88w@123RF.COM 

Casa e fai da te
SEGUICI