Come riconoscere le principali tipologie di tappeti

Guida Guida

Impara a riconoscere le principali tipologie di tappeti per individuare lo stile più adatto all’arredamento di casa tua. 

Se sei alla ricerca di un tappeto di pregio per arredare casa tua, dovresti imparare a individuare le varie tipologie di tappeto in modo da effettuare una scelta più consapevole.

Tappeti di qualità: l'importanza del materiale e della tecnica

Non è semplice orientarsi nel mercato dei tappeti, vista l’enorme quantità di manufatti: per capire se ci si trova di fronte a un tappeto di alta qualità, occorre esaminare con attenzione il materiale e la tecnica di tessitura.

Infatti un tappeto di qualità presenta una trama ben stretta, nodi ben fitti, una frangia che fa parte del tappeto e che non è stata applicata in un secondo momento e un disegno chiaro dai colori vividi.

Il materiale considerato di maggior pregio è la seta perché è molto resistente e regala al tappeto una luminosità unica, seguono poi altri materiali pregiati come la lana di agnello, la lana di pecora, di cammello e di capra.

Tuttavia ci sono molti tipi di tappeti di qualità che presentano una trama realizzata in cotone. Le principali categorie di tappeti sono i tappeti persiani, quelli cinesi, quelli afgani, quelli pakistani e quelli caucasici.

tappeto kilim

Foto: Steve Estvanik © 123RF.com

Un discorso a parte meritano i kilim ovvero tappeti senza pelo che vengono tessuti come se fossero degli arazzi. I kilim vengono prodotti nei paesi mediorientali dai Balcani al Pakistan e presentano lo stesso aspetto da entrambi i lati.

Come riconoscere le principali tipologie di tappeti

I tappeti cinesi antichi presentano sottili fili di ordito che, uniti al vello ruvido, formano nodi grandi che producono tappeti piuttosto spessi con antichi simboli religiosi, di origine taoista e buddhista.

I tappeti cinesi moderni vengono realizzati a macchina usando un doppio ordito e una tecnica di annodamento asimmetrica: i motivi sono per lo più floreali e tipicamente persiani.

tappeti persiani

Foto: Werner Muenzker © 123RF.com

I tappeti persiani presentano molti nodi, tutti fatti a mano, e sono caratterizzati da trama e ordito in cotone, lana pregiata o seta. Di solito c’è un decoro principale rappresentato da un medaglione centrale, circondato da disegni floreali oppure geometrici.

I tappeti afgani sono realizzati interamente in lana con la tecnica del nodo persiano: presentano motivi geometrici oppure fiori stilizzati per lo più nei colori ocra, blu e rosso scuro.

I tappeti pakistani, principalmente di colore rosso, sono simili a quelli in seta, ma in realtà sono realizzati con filato di lana australiana, mentre l’ordito e la trama sono di cotone.

I tappeti caucasici, realizzati con nodo turco, detto anche “nodo simmetrico”, questi tappeti sono morbidi e luminosi perché interamente realizzati in lana. I motivi decorativi, floreali o geometrici, sono in obliquo, verticale orizzontale.

Foto di apertura: Matej Hudovernik © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI