Lavorare da casa: come arredare uno studio perfetto

Guida Guida

Qualche idea per trasformare una stanza o parte di una stanza in uno studio in cui lavorare da casa al meglio.

Qualche idea per trasformare una stanza o parte di una stanza in uno studio in cui lavorare da casa al meglio.

Il cosiddetto “smart working” è una particolare tipologia di lavoro che consente di lavorare da casa, e tra i vantaggi nel lavorare da casa c’è il fatto che si possa personalizzare il luogo in cui lo si fa, e dunque lo studio. Ma come lavorare al meglio negli spazi dedicati solitamente alla vita personale?

Ricavare uno studio o, in caso di mancanza di spazio, un angolo da riservare esclusivamente alla parte lavorativa della propria vita, è infatti fondamentale non solo per lavorare al meglio, ma anche per evitare “contaminazioni” con la vita privata.

In un’ottica di ottimizzazione degli spazi, dunque, particolare attenzione va riservata all’arredo dello studio. E il fatto di essere gli unici a frequentarlo consente di personalizzarlo e dargli forma basandosi esclusivamente sul proprio gusto e le proprie esigenze.

Consigli per arredare uno studio a casa

Se si ha a disposizione un’intera stanza da dedicare allo studio, il compito è ovviamente facilitato.

Le prime cose da acquistare sono una scrivania, una libreria ed eventuali scaffali e mensole per archiviare documenti e altro materiale di lavoro. La scelta dipende moltissimo dalle dimensioni della stanza: arredare una cameretta di 9 mq, per esempio, costringe a ottimizzare necessariamente gli spazi.

In questi casi può essere un’idea vincente puntare su scrivanie dalle linee essenziali, magari con il piano in vetro per dare l’impressione di minor spazio occupato, e rinunciare a scaffali e cassettiere in favore di una semplice libreria a parete e di qualche mensola posizionata in modo strategico.

In caso di stanze più ampie, alla scrivania e alle librerie studio casa si possono aggiungere poltroncine o addirittura un divano per i momenti di pausa o se il lavoro richiedere la ricezione di clienti: particolare attenzione, in entrambi i casi, va dedicata alla scelta della sedia (trascorrendovi parecchio tempo è importante acquistarne una che sostenga correttamente la schiena) e all’illuminazione.

Faretti e piantane con braccio orientabile sono l’ideale per puntare la luce esattamente dove si ha più bisogno, e sono perfette per chi preferisce un arredamento studio casa moderno.

Come ricavare uno studio in uno spazio ridotto

Nel caso in cui non si abbia a disposizione una stanza intera, ma si sia alla ricerca di idee per lavorare da casa in stanze già adibite ad altri usi, niente paura: porzioni di living, camere da letto e cucine possono trasformarsi in pochi passaggi in angoli studio.

Qualche idea e consiglio per farlo? Molte aziende realizzano mobili con piano di lavoro a scomparsa, come librerie e consolle che grazie a un semplice ripiano si trasformano in scrivanie all’occorrenza e che possono essere sistemate in soggiorno o in camera da letto.

Se l’idea è quella di arredare lo studio all’Ikea, parte un’occhiata alle proposte di mobili come scrittoi e tavoli: ci sono opzioni che consentono di trasformare un corridoio o un semplice disimpegno in uno studio grazie a ripiani pieghevoli e a scomparsa e a sedie che si piegano occupando pochissimo spazio.

Casa e fai da te
SEGUICI