Come decorare vecchi piatti (e appenderli poi alla parete)

Pulizia, pittura, asciugatura e cottura: ecco i consigli da seguire per realizzare con il fai da te questi creativi elementi di home decor dal tocco vintage. 

Pulizia, pittura, asciugatura e cottura: ecco i consigli da seguire per realizzare con il fai da te questi creativi elementi di home decor dal tocco vintage. 
Ti potrebbero interessare

I piatti decorativi in ceramica, acquistati in giro per il mondo oppure ereditati dalla nonna, sono tra gli elementi di home decor più azzeccati quando vogliamo regalare un tocco vintage alla cucina e, perché no, all’intera zona pranzo/living.

Non solo. La loro realizzazione può diventare infatti un ottimo passatempo per le appassionate di fai da te: ecco come decorare i vecchi piatti di ceramica che abbiamo in casa e appenderli poi alla parete.

Pulire il piatto con attenzione

La prima cosa da fare è pulire accuratamente il piatto di ceramica: ogni residuo (polvere compresa) o traccia di sporco rischia di danneggiare la colorazione. Per questo procedimento servono alcol, una spugna con cui cospargere la superficie e un panno morbido per asciugarla. L’alcol non solo pulisce la superficie, ma facilita anche l’adesione dei colori.

Tracciare i contorni

Dopo aver deciso che cosa vogliamo disegnare sul piatto, per evitare di commettere errori è opportuno tracciare inizialmente le sagome con matite acquarellabili: basta bagnarne la punta e scrivono praticamente su ogni superficie.

In più sono ideali per la ‘brutta’, in quanto è sufficiente una spugna umida per cancellare eventuali errori. Una volta tracciate le sagome giuste, bisogna attendere che il colore steso si asciughi.

Foto: DariaFomina - 123rf.com

Usare colori acrilici

Dopo aver delineato i contorni, è il momento di riempirli di colore. In tal senso, è consigliato l’utilizzo degli acrilici che, oltre a essere molto pratici, sono anche economici.

Per facilitare le operazioni di stesura del colore, meglio dotarsi di pennelli di vario formato, da quelli grandi per il fondo a quelli più piccoli, ideali per rifinire i dettagli. Nel caso non foste soddisfatte del risultato, potete in ogni momento lavare il piatto con acqua e sapone. E ricominciare da capo.

Asciugatura e cottura

Una volta colorato il piatto, bisogna attendere la completa asciugatura dei coloranti, che deve avvenire in un ambiente ventilato ma non umido per almeno 24 ore.

Trascorso questo intervallo di tempo, è il momento del fissaggio attraverso la stesura di una patina di smalto acrilico, capace di donare lucentezza ai colori. Infine, l’ultima fase è rappresentata dalla cottura del piatto, ad una temperatura di circa 180 gradi per 30 minuti.

Gancio fatto in casa

È possibile acquistare specifici ganci adesivi per piatti, ma con con pochi accorgimenti è facile realizzare un gancio fai da te. Bastano delle pinze, con cui piegare un filo metallico a forma appunto di gancio, e della colla a caldo con cui fissarlo sul retro del piatto di ceramica. Per rinforzare il tutto, si può inoltre usare un po’ di nastro adesivo. A questo punto non rimane altro che piantare il chiodo nella parete e il gioco è fatto.  

Foto apertura: SuwinaiSukanant - 123rf.com

Casa e fai da te
SEGUICI