Scegliere il letto contenitore: vantaggi e svantaggi

I pro e i contro di questo mobile dal doppio uso, ideale per le camere di dimensioni ridotte. Insieme ad alcuni consigli per gli acquisti, da Ikea a Chateau d'Ax.

I pro e i contro di questo mobile dal doppio uso, ideale per le camere di dimensioni ridotte. Insieme ad alcuni consigli per gli acquisti, da Ikea a Chateau d'Ax.
Ti potrebbero interessare

Oltre a garantire il comfort di cui abbiamo bisogno per dormire, i letti contenitori permettono di sfruttare uno spazio che normalmente resta inutilizzato: quello che si trova sotto al materasso su cui riposiamo ogni notte. Non è certo strano, dunque, che sia una soluzione sempre più apprezzata da chi sta arredando casa. Ecco come scegliere il questa tipologia di letto.

Cos'è il letto contenitore? 

Il letto contenitore è progettato affinché il vano situato sotto al materasso possa essere utilizzato come un grande cassetto. I letti di questo tipo hanno in genere l’apertura frontale (materasso e doghe vanno sollevati dall'estremità anteriore), ma ci sono anche modelli con apertura laterale. A livello strutturale, la caratteristica principale è l’assenza delle quattro ‘gambe’ a favore del cosiddetto ‘giroletto’. Per quanto riguarda le dimensioni, la misura matrimoniale è senza dubbio la più diffusa, ma questa soluzione si può trovare anche in un letto 1 piazza e mezzo, nonché nei letti singoli.

I vantaggi del letto con contenitore 

Il letto contenitore permette di ottimizzare gli spazi, in quanto può essere usato per riporre i vestiti che utilizziamo meno in un certo periodo, così come lenzuola, plaid, coperte, cuscini supplementari. È dunque un’ottima soluzione per chi ha una camera dalle dimensioni ridotte e non ha a disposizione un armadio capiente.

Gli svantaggi del letto con contenitore 

Gli svantaggi del letto contenitore riguardano la pulizia e l’estetica. Tra il letto e il pavimento non esiste praticamente spazio, dunque risulta impossibile passarvi sotto l’aspirapolvere o anche solo la scopa. Spostarlo per effettuare le pulizie sarà inoltre difficile, almeno a ‘pieno carico’. C’è poi il fattore estetico: l’effetto-cassettone può non piacere a tutti o, comunque, non essere adatto allo stile scelto per la camera da letto.

Marche e modelli di letto contenitore 

Letto contenitore Ikea 

Foto: @Ikea

Sotto la base a doghe, un pratico contenitore. Gvarv è un struttura letto Ikea con contenitore, che costa 439 euro nella versione matrimoniale e 399 euro in quella singola.

Letto contenitore Mondo Convenienza

Foto: @Mondo Convenienza

Bloom è un letto matrimoniale con contenitore di Mondo Convenienza: rivestito in similpelle, è comprensivo di rete ortopedica a doghe con doppia barra centrale ed è disponibile in varie colorazioni, al costo di 242 euro.

>>Leggi anche: Cabina armadio: pregi e difetti

Letto contenitore Conforama 

Foto: @Conforama

Tra i brand che propongono letti contenitori c’è anche Conforama. Tra le diverse opzioni del suo catalogo figura ad esempio il modello Stella, in vendita a 299 euro.

Letto contenitore Chateau d'Ax 

Foto: @Chateau d'Ax

Dotato di apertura frontale, grazie allo stile essenziale Formentera è un letto contenitore Chateau d'Ax adattabile ad ogni esigenza e tipologia di arredamento. Proposto in varie misure,
costa 639 euro nella versione matrimoniale.

Letto contenitore su Amazon 

Foto: @Cangù

Infine, è inoltre possibile acquistare questo tipo di letto anche su Amazon. Sulla celebre piattaforma per lo shop online si può infatti comodamente ordinare, ad esempio, la struttura letto con contenitore Hi Box prodotta dal brand italiano Cangù.

Foto apertura: @Ikea

Casa e fai da te
SEGUICI