Purificatore d'aria: cos'è, come funziona e come sceglierlo

Gli ambienti chiusi dove trascorriamo la maggior parte delle nostre vite sono meno puliti di quanto crediamo. La qualità dell'aria è fondamentale: le cose da sapere sui dispositivi che la migliorano.

Gli ambienti chiusi dove trascorriamo la maggior parte delle nostre vite sono meno puliti di quanto crediamo. La qualità dell'aria è fondamentale: le cose da sapere sui dispositivi che la migliorano.
Ti potrebbero interessare

La qualità dell'aria è fondamentale per la salute. Se è buona ci ammaliamo di meno, diminuiscono le allergie e riusciamo a concentrarci di più. Il fatto è che nelle abitazioni, negli uffici, nelle scuole e nei luoghi in cui trascorriamo la maggior parte della nostra vita, l'aria è meno pulita di quanto crediamo e aprire la finestra spesso non basta a purificare l'aria di casa o di altro ambiente chiuso, anzi, a volte può addirittura peggiorare le cose, considerando smog, polveri sottili e pollini provenienti dall'esterno. In tal senso, un purificatore, che aiuta a creare un ambiente più sterile e sano, può risultare davvero utile.

Cos’è il purificatore d’aria

I purificatori d'aria sono dei dispositivi simili a condizionatori portatili, in grado di rimuovere dagli ambienti impurità come particelle di polvere, fumo, polline, germi, batteri e in generale tutte le sostanze che possono creare problemi alla salute delle persone. Il purificatore è in pratica un sanificatore d'aria.

Come funziona il purificatore d’aria

Sono quattro i sistemi attraverso cui questo sanificatore d'aria pulisce gli ambienti chiusi. Due prevedono l'uso di un filtro: sul mercato è possibile acquistare dispositivi con filtro Hepa e modelli con filtrazione sui carboni attivi. Ci sono poi purificatori d'aria dotati di ionizzatore, un dispositivo che carica elettronicamente le particelle nocive presenti nell'aria, che diventano pesanti e, non potendo più fluttuare, cadono a terra. Infine c'è la tecnologia a raggi UV, che attacca le sostanze nocive spezzandone la struttura molecolare.

Dove posizionare il purificatore

Il purificatore d'aria può essere sistemato in qualsiasi punto della casa o dell'ambiente lavorativo. È possibile anche acquistare un purificatore d'aria per auto, anzi è consigliabile: più gli spazi sono piccoli, più questi dispositivi sono in grado di assicurare prestazioni ottimali. Basti pensare che esistono anche purificatori per il frigorifero, elettrodomestico la cui pulizia è fondamentale, anche se spesso trascurata.

Foto: Amazon.it

Quanto costa un purificatore d’aria

Sul mercato ci sono purificatori per ogni tasca ed esigenza. Alcuni modelli, per esempio quelli pensati per le automobili, costano meno di dieci euro. In generale il prezzo aumenta con la dimensione dei dispositivi: Dyson Pure Cool, con filtro Hepa, costa circa 600 euro.

Come scegliere un purificatore d’aria

Prima di acquistare un purificatore è bene avere a mente di quale tipo di filtrazione abbiamo bisogno. Occorre poi considerare le dimensioni dell'ambiente da pulire e di conseguenza quelle del dispositivo. L'ultimo fattore è il prezzo, che come abbiamo indicato, può variare davvero molto da un modello all'altro.

Foto: Amazon.it

Casa e fai da te
SEGUICI