Giardinaggio

Come coltivare una pianta di mandarino cinese

La pianta di mandarino cinese è molto bella e offre frutti colorati e gustosi: in questa guida vediamo come coltivarla al meglio e senza fatica
 

La pianta di mandarino cinese è molto bella e offre frutti colorati e gustosi: in questa guida vediamo come coltivarla al meglio e senza fatica
 

Il mandarino cinese, detto anche Kumquat, è una pianta da frutto molto bella e ornamentale: i suo frutti, arancioni e piccoli, poi, sono ricchi di proprietà benefiche per l'organismo.

Come coltivare e curare il mandarino cinese

Andiamo a scoprire come si coltiva e si cura una pianta di Kumquat, un alberello capace di decorare il nostro balcone o un angolo del nostro giardino.

Poiché la coltivazione ramite seme è difficile e i risultati sono spesso scoraggianti, possiamo procurarci una piantina presso i centri specializzati, controllando che i rami siano in buono stato e, soprattutto, non siano infestati dai parassiti.


Il terreno perfetto per coltivare il mandarino cinese

Il Kumquat predilige i terreni ben drenati, senza ristagni d'acqua: è quindi molto utile mettere sul fondo del vaso uno strato di ghiaia o argilla espansa, in modo che il sopracitato drenaggio sia positivo e non vi siano ristagni.

kumquat pianta

Foto chanwangrong © 123RF.com

La posizione ideale per il Mandarino Cinese

Fondamentale per la crescita del Mandarino Cinese è una buona buona esposizione al sole e a temperature che non vadano sotto i 4-5 gradi. La zona deve essere arieggiata, evitando però venti troppo forti o freddi: anche per questo, durante i mesi invernali (soprattutto se non abitate al sud) è meglio riporre la pianta in casa o posizionarla sotto una tettoia protetta.

La posizione ideale per questa pianta, inoltre, è in un vaso di terra cotta ampio (in modo che le radici crescano a dovere) ma senza eccedere altrimenti potrebbero svilupparsi più foglie che frutti.


Quando e quanto annaffiare la pianta di mandarino cinese

Quando fa molto caldo o in periodi particolarmente secchi bisogna avere l'accortezza di bagnare la pianta di mandarino cinese almeno una volta a settimana. Durante l'inverno e in primavera, invece, se la pianta è coltivata in terra e non in vaso, sarà sufficiente l'acqua piovana


Come concimare la pianta di mandarino cinese

Se durante l'anno bisogna procedere a concimare la terra della pianta con miscugli a base di fosforo e potassio, poco prima della fioritura sarà necessario utilizzare invece degli specifici concimi azotati.

Se il mandarino cinese è curato in modo adeguato darà i suoi frutti che, solitamente,si raccolgono da ottobre ad aprile.

Foto di apertura Ornella Bonomini © 123RF.com