Come usare la soda caustica per pulire (rimedio infallibile!)

Guida Guida

Cos'è la soda caustica e come può essere usata tra le mura domestiche per farle brillare? Ecco la guida completa.

Cos'è la soda caustica e come può essere usata tra le mura domestiche per farle brillare? Ecco la guida completa.

Sporco ostinato, macchie che sembrano eterne, aloni che non scompaiono neppure sotto vigorose strofinate: prima di gettare (letteralmente) la spugna c’è un rimedio che, se usato nel modo giusto, riesce persino a sverniciare un mobile, tanto potente è la sua azione. È la soda caustica, e se vi state chiedendo a cosa serve esattamente, ecco una guida completa che ne svela tutti gli utilizzi pratici tra le mura di casa (e non solo).

Cos'è la soda caustica

La soda caustica, in chimica nota idrossido di sodio, è una base minerale forte, solida a temperatura ambiente, spesso venduta in grani che ricordano le perle biancastre, solubile in acqua. Nell’industria chimica viene usato come reagente per diversi usi, dalla sintesi di coloranti, detergenti e saponi alla fabbricazione della carta; a livello domestico viene invece usato sotto forma di soluzione liquida nei prodotti per la pulizia profonda. Essendo un composto chimico che reagisce all’aria, si discioglie in acqua e sviluppa calore, è fondamentale maneggiarlo con estrema attenzione, perché può provocare ustioni alla pelle e alle mucose.

A cosa serve la soda caustica

Come detto, la soda caustica ha molti usi, e in certi casi viene addirittura impiegata per cucinare (è il caso del lutefisk, piatto tipico scandinavo) o per produrre i saponi artigianali, a seconda della declinazione nel corso del processo produttivo. Niente paura però: l’uso della soda caustica come additivo alimentare è concesso, anche in Italia, e solitamente viene segnalato nell’etichetta con la sigla E24.

Gli utilizzi più comuni, vista la sua azione corrosiva, sono però legati alle mansioni domestiche: si può usare la soda caustica per sturare un lavandino, disincrostare il water e per pulire i pavimenti, optando sempre per la soluzione dell’idrossido di sodio in acqua. Che può essere usato anche per sverniciare i mobili, lasciando che il composto attacchi la vernice e la corroda riportando alla luce il legno originale.

Dove comprare la soda caustica

La soda caustica può essere acquistata dal ferramenta (solitamente in grani), nei negozi di bricolage e fai-da-te e anche online.

Quanto costa la soda caustica

La soda caustica non ha un costo elevato, che varia comunque a seconda della tipologia (quella per uso alimentare costa di più). Su Amazon, una confezione da un kg di soda caustica ha un prezzo che va dai 5 ai 10 euro.

Soda caustica per sgrassare? Ecco come

La soda caustica ha un alto potere sgrassante e disgorgante, ed è l’ideale per sgrassare elettrodomestici, piani di lavoro, fornelli e pavimenti. Va utilizzata disciolta in acqua calda, facendo molta attenzione alle proporzioni: solitamente vengono usati 25 grammi di soda caustica ogni litro di acqua calda, si imbeve una spugna nel liquido e la si passa sulle superfici da pulire.

Per i pavimenti o per la pulizia di sanitari e box doccia, aumentate i dosaggi: 75 grammi di soda caustica in 5 litri di acqua calda.

Se invece sono dagli scarichi provengono cattivi odori, o l'acqua non circola normalmente, versate una soluzione composta da 100 grammi di soda caustica per ogni litro d’acqua nei tubi di scarico, lasciate agire una decina di minuti e poi fate nuovamente scorrere l’acqua.

Foto di apertura: Piotr Trojanowski © 123RF.com

Casa e fai da te
SEGUICI