Nido di calabroni in casa: come trovarlo, cosa fare e come eliminarlo

Può essere confuso con quello di vespe, ma si tratta di insetti diversi. Per toglierlo serve molta attenzione: ecco i consigli per riuscirci senza l'aiuto di professionisti. 

Può essere confuso con quello di vespe, ma si tratta di insetti diversi. Per toglierlo serve molta attenzione: ecco i consigli per riuscirci senza l'aiuto di professionisti. 
Ti potrebbero interessare

Chi vive in campagna o comunque ha un giardino lo sa: ritrovarsi ad avere un nido di calabroni 'in casa' non è così difficile. Questi insetti, che sono i più grossi vespidi europei, costruiscono il loro nido da inizio primavera, a volte anche all’interno del cassonetti delle tapparelle: sebbene sia preferibile affidarsi a dei professionisti, ecco i consigli per rimuoverlo da soli.

Come riconoscere un nido di calabroni 

Costituito da numerose cellette esagonali (dunque a forma di favo), il nido di calabrone può essere grande come una palla da basket. Ma è simile al nido delle vespe, per cui è necessario osservare bene gli insetti: il calabrone, più grande di tutte le altre vespe, è di colore bruno rossiccio con macchie e strisce gialle. È facile confondersi: nel linguaggio comune il termine ‘calabrone’ identifica spesso il bombo, mentre l’ape legnaiola viene erroneamente chiamata calabrone nero.

Nido di calabroni in casa: cosa fare 

Chi vuole eliminare un nido di questi ‘vesponi rossi’ deve sapere cosa fare. Ma, soprattutto, cosa non fare. Per evitare il rischio di essere punti, mai avvicinarsi senza le dovute precauzioni: gli imenotteri potrebbero infatti sentirsi minacciati e attaccare in gruppo. Prima di iniziare è dunque opportuno dotarsi di guanti tecnici, occhiali protettivi e copricapo resistente.

Foto: @pixabay.com

Nido di calabroni in casa: come trovarlo 

Viste le dimensioni, è facile individuare un nido di calabroni, soprattutto se viene realizzato su un balcone o in veranda. Quando c’è il sospetto che ci sia un nido ma non sappiamo dove si trova, basta tenere d’occhio i calabroni rossi che abbiano sentito ronzare all’esterno e seguirli fino al nido.

Nido di calabroni in casa: come eliminarlo 

Per eliminare un nido di calabroni ci sono due metodi, uno decisamente più cruento dell’altro. Chi non vuole fare male agli insetti deve infastidirli con del fumo: basta arrotolare dei fogli di giornale all’estremità di un bastone, dare fuoco con un accendino e avvicinare la fiamma al nido. A questo punto i calabroni si allontaneranno e per rimuovere la loro ‘casa’ basteranno dei colpi decisi di bastone. Si tratta di una procedura rapida e animalista, per così dire. In alternativa si può spruzzare dell’insetticida direttamente nell’apertura del nido. Bisogna fare questa operazione di notte, quando i calabroni sono meno attivi, ripetendola dopo 24 ore nel caso ci siano ancora insetti in attività. Una volta staccato il nido, è sempre meglio dargli fuoco e poi cospargere l’area in cui si trovava con dell’aceto, per far sì che l’odore impedisca il ritorno dei calabroni.  

Foto apertura: Aubrey K. Higgins - 123RF

Casa e fai da te
SEGUICI