Home Tips

Abbattitore, forno a vapore e sottovuoto: il sistema innovativo (e di design) per una cucina smart

Gli elettrodomestici che non dovrebbero mancare per la cottura e la conservazione degli alimenti in ogni cucina smart che si rispetti.

Gli elettrodomestici che non dovrebbero mancare per la cottura e la conservazione degli alimenti in ogni cucina smart che si rispetti.

Probabilmente è il sogno proibito di chiunque ami cucinare: avere a disposizione un sistema di cottura e conservazione sottovuoto degli ingredienti che permetta di preservare le sostanze nutritive dei cibi e le loro proprietà organolettiche. E che conceda, magari, di cuocerli in maniera non aggressiva, la stessa che sta alla base della tanto attuale e raffinata cucina Sous Vide, ad esempio.

Tale sogno può essere esaudito da tre elettrodomestici: abbattitore, forno a vapore e cassetto per il sottovuoto. Non sarebbe fantastico vederli lavorare in maniera sinergica nella propria cucina in un sistema all-in-one e di raffinato design (il che non guasta di certo?). Ebbene, non è così impossibile. Ma andiamo con ordine.  

Cucina smart, gli elettrodomestici indispensabili

Gli elettrodomestici di ultima generazione sono sempre più intelligenti: comportano un risparmio di tempo e denaro e ci consentono di cucinare strizzando l’occhio ad uno stile di vita sano, con particolare attenzione alle materie prime e al loro metodo di cottura. Ma quali sono i dispositivi indispensabili in una cucina smart che si rispetti?

Abbattitore di temperatura domestico, cos’è e a cosa serve?

Inutile girarci intorno: l’abbattitore di temperatura è diventato parecchio popolare a seguito di Masterchef, la trasmissione televisiva alla quale tutti abbiamo immaginato di partecipare. Ma è conosciuto anche tra gli amanti del sushi: chi adora tale pietanza tipica della cucina giapponese sa bene quanto sia fondamentale per la sua preparazione.

Date le premesse, possedere un abbattitore di temperatura domestico rientra tra le aspirazioni di molti. Si tratta dello strumento delle meraviglie che consente (per chi si stesse chiedendo a cosa serve) di bloccare le virtù dei generi alimentari nel loro momento migliore, e di custodirle intatte nel tempo e decisamente più a lungo, immortalandone colore, freschezza e gusto. Ma cos’è e come funziona l’abbattitore di temperatura? Professionale o domestico che sia, si tratta di un surgelatore molto potente capace di arrivare a temperature fino a -40 °C e di raffreddare velocemente gli alimenti o le preparazioni di turno da circa 90 gradi fino a 3 °C in un’ora e mezza. Nonché di surgelare a -18 °C in circa 4 ore

Foto: Barazzasrl.it

Forno combinato a vapore, come funziona?

Tra tutte le tecniche di cottura, quella a vapore è annoverabile tra le più sane. Permette di realizzare infinite ricette preservando i nutrienti, il gusto, la consistenza e non necessitando di troppi condimenti. Comporta, nei fatti, una cucina dietetica ma per nulla triste. Avere a disposizione un forno combinato a vapore ci regala la possibilità di poter cuocere direttamente nel forno di casa senza dover ricorrere ad un nuovo elettrodomestico. Ultima, ma non per questo meno importante agevolazione, sta nella riduzione dei consumi: tale tipologia di elettrodomestico consente di economizzare sul tempo e di risparmiare intorno al 20% di energia. Non ci sono svantaggi: una buona notizia per chi deve fare i conti con bollette sempre troppo salate. 

Foto: Barazzasrl.it

Cassetto sottovuoto, cos’è e come si utilizza?

Strumento fondamentale nella conservazione delle materie prime, possiamo contare sul cassetto sottovuoto per evitare sprechi in cucina e conservare a lungo le vivande. Queste ultime vengono poste all’interno di apposite buste (quelle adatte alla conservazione o alla cottura a vapore e/o a bagnomaria) per un’esperienza di gusto e qualità imparagonabile. Il vantaggio della conservazione sottovuoto è indubbia: impedisce la reazione del contenuto con l’aria circostante, preservando la qualità e la sicurezza degli alimenti.

Foto: Barazzasrl.it

Cos’è il sistema Feel Good

Ma torniamo al desiderio iniziale, ovvero quello di poter contare su un inedito sistema all-in-one. Ebbene, esiste, e si chiama Feel Good. Si tratta di un sistema salutare e totalmente innovativo per cuocere e conservare le materie prime: forno a vapore combinato, abbattitore di temperatura e cassetto per il sottovuoto. Tre elettrodomestici che cooperano alla meraviglia, che semplificano la vita ai fornelli e che arredano con gusto adattandosi alle moderne esigenze di design (ma questo è un altro discorso). Grazie all’abbattitore di temperatura si possono raffreddare o surgelare cibi sia crudi che cotti mantenendone inalterate le proprietà; con il cassetto sottovuoto si possono conservare più a lungo in frigorifero o in freezer; nel forno a vapore possono, infine, essere cotti o rigenerati.

Quali sono i benefici del sistema Feel Good

Parte altrettanto interessante è quella che riguarda i vantaggi di un simile sistema, che coinvolgono più settori: salute, igiene, tempo, efficienza ed economia domestica. I benefici di Feel Good sono diversi e tutti degni di nota, specie in un’epoca nella quale prestiamo la massima attenzione ad evitare sprechi e a puntare su una cucina il più sana e rispettosa possibile dei valori nutritivi degli ingredienti. Senza dimenticare, ovviamente, il gusto: è indubbio che il sapore degli alimenti cotti a vapore – e quindi a temperature non troppo elevate – permetta di preservarlo al massimo. Il forno a vapore consente una cottura più dolce e salutare: vitamine e sali minerali sono, così, salvi. Ed anche l’igiene – alla quale mai come in questo periodo storico abbiamo tenuto – è assicurata in tutte le operazioni svolte in cucina. Il tutto non solo non diminuendo il tempo speso ai fornelli, ma addirittura velocizzandolo.

Le caratteristiche dei prodotti del sistema Feel good

Un cenno meritano le caratteristiche dei singoli prodotti. Iniziamo dal cassetto sottovuoto che consente, da un lato, di conservare i cibi per lungo tempo, dall’altro di evitare sprechi alimentari. Permette, inoltre, di cucinare le pietanze nel forno a vapore nelle buste sottovuoto, che vengono usate in maniera differente a seconda del tipo di alimento (carne, pesce, verdure che siano) e della cottura che si vuole ottenere. Interessante è la funzione Chef, con la quale si possono eseguire, tra l’altro, la massaggiatura della carne, l’infusione e la marinatura degli alimenti in circa 10 minuti anziché le canoniche 48-72 ore necessarie per una marinatura tradizionale. È predisposto, cosa non da poco, per poter agire anche con contenitori rigidi. L’abbattitore di temperatura è dotato di 11 funzioni, 7 fredde e 4 calde, e di un pratico ed intuitivo display Touch. Il forno a vapore combinato prevede la cottura tradizionale ad aria calda e quella a vapore. La funzione combi concede di unire le due modalità per cucinare rapidamente alcune pietanze che notoriamente prevedono lunghe cotture come gli arrosti, il pollame, alcuni primi piatti, ma anche patate e pesce.

Foto apertura:  ismagilov-123RF