Home Tips

Scaldasonno: coprimaterasso termico o coperta elettrica?

Le cose da sapere su questi due prodotti, simili da diversi tra loro, dalle caratteristiche comuni ai rispettivi pregi e difetti.

Le cose da sapere su questi due prodotti, simili da diversi tra loro, dalle caratteristiche comuni ai rispettivi pregi e difetti.

In inverno, poche cose possono battere la piacevole sensazione di andare a dormire in un letto caldo, mentre fuori fa freddo. In tal senso, uno scaldasonno può darci una grande mano, sicuramente più di borse dell’acqua calda e scaldini. Occorre fare però qualche distinzione. “Scaldasonno” è infatti un termine spesso utilizzato per indicare due tipi di prodotti in realtà diversi: la coperta elettrica (o temocoperta) e il coprimaterasso termico. Le cose da sapere.

Coprimaterasso e coperta elettrica: caratteristiche comuni

Sia il coprimaterasso che la coperta elettrica si collegano alla linea elettrica tramite una semplice spina ed entrambi hanno una resistenza interna, che permette la diffusione del calore. Tutti gli scaldasonno sono inoltre provvisti di un comando o interruttore per la regolazione della temperatura: i più semplici hanno due regolazioni, quelli più sofisticati permettono di scegliere tra più livelli di calore, con possibilità di differenziare per zone (nei matrimoniali) grazie al doppio termostato.

Coprimaterasso e coperta elettrica: le differenze

Come detto, si tratta di due prodotti distinti, che funzionano quindi in maniera diversa. Il coprimaterasso termico, come suggerisce il nome, viene disteso tra il materasso il lenzuolo, mentre la coperta elettrica viene appunto usata come una normale coperta sopra le lenzuola: è, in pratica, il sostituto di plaid e piumoni.

Leggi anche: L’ortopedico risponde: come scegliere materasso e cuscino

Foto: @Imetec

Perché scegliere il coprimaterasso

Il calore rilasciato dal coprimaterasso termico resta tutto nel letto, con zero dispersione. Essendo inserito tra materasso e lenzuola, è meno soggetto a stropicciamento e dunque usura. Inoltre, lascia la possibilità di scegliere tra coperte e piumini da mettere sopra il letto. Per quanto riguarda i “contro”, se non è ben disteso e agganciato al materasso può risultare fastidioso, inoltre deve essere della misura giusta: il rischio è di passare, alle estremità del letto, dal calco al freddo in un centimetro.

Perché scegliere la coperta elettrica

Buona parte del calore prodotto da una coperta elettrica viene invece disperso, in quanto si irradia verso il soffitto. Si tratta inoltre di un prodotto più soggetto all’usura e che può dare problemi legati a peso e ingombro, tuttavia ne dà sicuramente meno, rispetto al coprimaterasso termico, per quanto riguarda macchie, umidità e pulizia.

Foto apertura: lightpoet@123rf.com