Home Tips

Team trapunta o team piumino?

Hanno la stessa funzione, ma non sono la stessa cosa. Ecco le differenze, insieme ai rispettivi pro e contro.

Hanno la stessa funzione, ma non sono la stessa cosa. Ecco le differenze, insieme ai rispettivi pro e contro.

Trapunta o piumino? Quando arriva l’inverno il dubbio è amletico, perché a letto calore e comfort sono fondamentali: insomma, non si può proprio sbagliare. Per quanto riguarda la coperta, ci sono appunto due scuole di pensiero. C’è chi preferisce la trapunta e chi invece non riesce a fare a meno del piumino (o piumone). Ecco quali sono le differenze, i rispettivi pro e contro e come orientarsi nella scelta.

Trapunta e piumino: le differenze 

Nel mondo della biancheria per la casa, con “piumino” si intende una coperta ripiena di piume d’oca, posta sul letto per trattenere il calore corporeo durante il sonno. L’imbottitura di una trapunta è invece costituita da poliestere anallergico e cotone. Un’altra differenza sta nel fatto che la trapunta non è rivestibile (ma può essere ricca di decorazioni se è trapunta patchwork), mentre il piumino viene commercializzato in modo neutro e può essere coordinato con copripiumini di varia foggia.

trapunta bassetti

Pro e contro della trapunta

In linea generale, le trapunte invernali sono meno care dei piumoni e, rispetto ad essi, hanno in vantaggio di asciugarsi più rapidamente dopo il lavaggio. Siano esse trapunte matrimoniali oppure singole, non si scappa però: sono meno soffici dei piumini. Tra i contro c’è poi da registrare la durata: le trapunte in cotone (e altri materiali) hanno un “vita” più breve rispetto ai loro corrispettivi imbottiti di piume d’oca.

Pro e contro del piumino

Il piumino garantisce maggior isolamento termico e ha una durata maggiore. Inoltre, come già detto, sia esso Bassetti o di altra marca, offre maggiori possibilità di personalizzazione. Non bisogna poi dimenticare che il piumini possono essere tranquillamente lavati a casa in lavatrice. I contro? A parità di dimensioni, sono più cari delle trapunte e impiegano molto più tempo ad asciugare.

Quindi: meglio trapunta o piumino? 

Elencate le differenze tra trapunta e piumone, è chiaro che sia il secondo a farsi preferire. È una questione di morbidezza, isolamento termico (in tal senso non ci sono proprio paragoni), durata, possibilità di cambiare lo stile della camera da letto in un attimo, passando semplicemente a un rivestimento diverso. Certo, c’è poi da considerare il budget e questo potrebbe far propendere la scelta verso la trapunta.

Foto: Olga Nikiforova@123rf.com