5 specie di pappagalli parlanti

Classifica Classifica

Solo alcune specie di pappagalli sono in grado di parlare: scopriamo alcuni dei più conosciuti pappagalli parlanti. 

I pappagalli, uccelli appartenenti all'ordine Psittaciformi, sono creature affascinanti che vengono scelte come animali da compagnia da sempre più persone per la loro intelligenza e l’incredibile capacità di riprodurre suoni e imitare la voce umana.

Quali sono i pappagalli che parlano?

Non tutti però sono pappagalli parlanti ma solo alcune specie ci riescono: di circa 353 specie distribuite in America centrale e meridionale, Africa, Asia, Australia e Oceania solo alcune specie sono in grado di parlare.

C’è da dire che la capacità di parlare, ripetendo suoni e parole, va allenata nel tempo usando pazienza e stabilendo un rapporto di fiducia, rispetto e complicità.

I prezzi per portarsi a casa un pappagallo parlante oscillano dai 700 e i 1000 euro, ma è un investimento a lungo termine, dato che i pappagalli sono animali molto longevi.

Ma scopriamo ora alcune delle specie di pappagalli parlanti più conosciute.

5. Pappagalli parlanti: il calopsite

Fra i pappagalli parlanti, i calopsite sono i più economici anche perché sono di taglia medio piccola, arrivando a circa 30 cm, e hanno un’aspettativa di vita di 20 anni circa. Il calopsite presenta un colore grigio chiaro sul corpo e un bel ciuffo sulla fronte: sul miso sono gialli con una macchia rossa sulle guance. Abituati a vivere in gruppo, i calopsite sono curiosi, socievoli mai aggressivi e, se stimolati fin da piccoli, imparano parole e giochi, anche se non sono tra i papagalli più loquaci.

4. Cenerino, il pappagallo parlante più intelligente

Tra i pappagalli parlanti originari dell’Africa, il cenerino è un pappagallo dal carattere forte e deciso. Con un’aspettativa di vita che può variare dai 40 ai 60 anni e oltre, il cenerino è in grado di ripetere ogni frase del proprietario verso cui dimostra un attaccamento quasi morboso. Caratterizzato da uno stupendo grigio cenere con punte di bianco e coda rossa, il cenerino non ama per nulla stare in gabbia e necessita di molto spazio in cui vivere.

3. Pappagalli che parlano: il cacatua

Pappagallo parlante proveniente dall’Oceania, il cacatua è un pappagallo molto intelligente che necessita di ascolto e stimolazioni costanti. Il pappagallo Cacatua, dal candido piumaggio, il becco ricurvo e una cresta vistosa, ama interagire molto con il padrone di cui ripete spesso le frasi con una certa bravura. Il cacatua vuole uscire spesso dalla gabbia e ricerca sempre la compagnia del suo amico umano: se non gli si presta attenzione può arrivare a strapparsi le penne per la frustrazione.

2. Pappagalli che imitano la voce umana: conuro del sole

Pappagallo originario del Sud America, il conuro del sole imita particolarmente bene la voce umana. Questo pappagallo parlante presenta un piumaggio giallo oro con piume verdi e blu sulle ali e arancioni sul ventre e ai lati del becco. Allegro, vivace e affettuoso, il conuro del sole può raggiungere i 50 anni d’età.

1. Il pappagallo parlante più longevo: l'ara

Originario del Centro e del Sud America dove vive in fitte boscaglie e delle foreste, l’ara si rivela un eccellente animale da compagnia. Ne esistono diverse specie: la più nota e diffusa è l’ara gialloblu detta anche Ara ararauna. Docile e tranquillo e dal piumaggio unico per via dei colori intensi, l’ara ama molto parlare e anche arrampicarsi all’interno della gabbia, qualità che, nel corso del tempo, ha fatto si che venisse impiegato come giocoliere circense. Tra i pappagalli parlanti l’ara è il più longevo infatti può raggiungere i 70 anni d’età!
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI