Pony: tutte le caratteristiche

Guida Guida

Tutto quello che c'è da sapere sui pony: scopriamo le principali razze di pony e le caratteristiche di questo bell'animale dall'altezza contenuta.

Tutto quello che c'è da sapere sui pony: scopriamo le principali razze di pony e le caratteristiche di questo bell'animale dall'altezza contenuta.
Ti potrebbero interessare

La maggior parte delle persone pensa ai pony come a dei cavalli in miniatura: in realtà si tratta di una specie a sé stante che non deriva dai cavalli. Anzi semmai è proprio il contrario: sono cioè i cavalli a discendere dai pony, infatti i pony sono molto più simili ai primi antenati equini che non gli attuali cavalli.

Secondo le teorie più accreditate i pony, almeno in Europa, potrebbero essersi evoluti dalla sottospecie dell'Equus ferus, la specie progenitrice di Equus caballus, cioè l'odierno cavallo.


Pony e puledro: le differenze

Una persona inesperta potrebbe arrivare a confondere un puledro, cioè un cavallo ancora giovane, con un pony adulto: in realtà un cavallo giovane e un pony sono decisamente diversi.

Il puledro ha una figura più elastica e slanciata con zampe più lunghe, inoltre non può né essere cavalcato né usato come animale da soma, mentre il pony è più massiccio e compatto e, oltre ad essere cavalcato può essere messo a lavorare.


Pony: altezza e dimensioni

Apprezzati da sempre per la loro robustezza e resistenza fisica, i pony sono considerati tali dalla Fédération Équestre Internationale solo quando la loro altezza risulta essere inferiore ai 151 centimetri.

Nella classificazione ufficiale delle razze di pony, si distingue generalmente tre tipologie di poni

  • Pony di piccola taglia
  • Pony di taglia media
  • Pony di grossa taglia

I pony di piccola taglia arrivano a un massimo di 130 centimetri di altezza, i pony di media taglia possono arrivare fino a 140 centimetri di altezza, mentre i pony di grossa taglia arrivano fino a 148 – 151 centimetri di altezza.

pony e bambina

Foto famveldman © 123RF.com


Pony: le razze

In tutto il mondo si sono sviluppate diverse razze di pony, in particolar modo concentrate nelle zone più fredde ed inospitali del pianeta perché questi animali, molto rustici e forti, richiedono una dieta piuttosto limitata rispetto ad un cavallo comune.

Attualmente, vengono riconosciute come ufficiali diverse razze di pony, che sono le seguenti: pony australiano, pony islandese, pony mongolo, pony tibetano, pony della Grecia, pony delle Americhe, bardigiano, falabella, monterufoli, new forest, pony boero, pony d'esperia, pony del Caspio, pony dell'isola di Sable, pony della giara, pony Hackney, welsh mountain pony, shetland e connemara.


Come viene utilizzato un pony: gli impieghi

Poiché il pony è dotato di una forza innata, è sempre stato molto apprezzato per svolgere lavori nei campi: principalmente si tratta di un animale specializzato nella soma, in grado cioè di trasportare carichi pesanti nonostante della piccola stazza.

Al giorno d'oggi i pony sono inoltre impiegati nell'equitazione infantile, nel traino di carrozze leggere e monoposto, nei giochi d'equitazione, nelle esibizioni circensi e nel turismo equestre.

Foto: cynoclub / 123RF Archivio Fotografico

Animali e cuccioli
SEGUICI