Cani

Collare a strozzo: quando e come usarlo (senza rischi)

Tutto quello che dovresti sapere sul collare a strozzo, anche conosciuto come collare a strangolo. Che cos'è, quando utilizzarlo e perché.

Tutto quello che dovresti sapere sul collare a strozzo, anche conosciuto come collare a strangolo. Che cos'è, quando utilizzarlo e perché.

Il collare a strozzo è (anche) uno strumento correttivo che può essere utilizzato per risolvere alcuni problemi comportamentali nel cane. Il suo nome corretto sarebbe “collare scorrevole”, ma nel linguaggio comune è conosciuto come guinzaglio a strozzo.

Ma vediamo insieme quando e come utilizzare questo strumento in maniera corretta.

Cos'è il collare a strozzo?

Il collare per cane a catena si utilizza principalmente per abituare il cane al guinzaglio ed evitare che il nostro amico a quattro zampe dia strattoni al guinzaglio o per insegnargli a stare a lato del proprio padrone nel momento della passeggiata.

In genere viene usato soprattutto per cani grandi, molto forti, dominanti e agitati, come per esempio il pastore tedesco, il pitbull, il dogo argentino e altri. Purtroppo, quel che molti ignorano sono i danni del collare a strozzo, ovvero le gravi lesioni che può portare se non utilizzato correttamente.

La sua funzione primaria è quella di ricordare a Fido chi è il padrone durante le passeggiate giornaliere e chi ha il compito di decidere il percorso. Il suo funzionamento è molto semplice: essendo un collare “morbido”, il cane si sentirà molto comodo e quasi libero dal guinzaglio durante il giretto. Ma, nel momento in cui tenterà di andare per i fatti suoi, il collare a strangolo gli ricorderà che non può decidere autonomamente.

collare a strozzo per cane

Foto: Cynthia Vh - 123rf

L’importante, quando si utilizza un guinzaglio a strozzo, è ricordarsi che i cani sono animali di indole curiosa e che spesso il loro istinto prevale sulla ragione. Questo significa che se durante una passeggiata al parco avvistano qualcosa di insolito, come per esempio un leprotto che zampetta sul sentiero, potrebbero strattonare per andare a controllare di cosa si tratta. In questo caso va bene esercitare il proprio potere, ma senza esagerare. Inoltre, quando si comporta bene e risponde correttamente ai comandi, è bene utilizzare la tecnica del rinforzo positivo per premiarlo.

Il collare a strozzo fa male?

Compreso come funziona il collare a strozzo, cerchiamo di capire se fa male al nostro amico a quattro zampe. Per approfondire questo argomento, partiamo con un esempio molto banale e declinato su noi umani: parliamo di cioccolato.

Il cioccolato, di per sé, non fa male e non fa ingrassare. Molti nutrizionisti consigliano anche di assumerne un pezzettino tutte le sere per arginare quella voglia di junk food che ci assale nei periodi di dieta ferrea e per alzare i livelli di serotonina. E fin qui, nulla di male.

Chiaro è, però, che se ogni giorno mangiamo una tavoletta di cioccolato tenderemo ad avere delle analisi del sangue completamente sballate e ingrasseremmo.

Il principio del guinzaglio a strozzo è il medesimo: se utilizzato correttamente e con parsimonia non fa male al nostro cane.

Come usarlo correttamente

Il caso tipico di utilizzo del collare a strozzo è quello in cui Fido, dalla stazza importante, tira eccessivamente quando portato a spasso. Qui deve entrare in gioco l’azione correttiva, con un piccolo colpetto al fine di prevenire gli strattoni al guinzaglio.

Il colpo deve essere leggero, ma deciso. Assolutamente non troppo teso. Il fine deve essere quello di attirare l’attenzione e non di provocare dolore.

Al contrario, nel momento in cui il cane comprende qual è la giusta andatura, è bene offrirgli un premietto.

Ad ogni modo, nell’utilizzo del collare a strozzo, è sempre bene farsi affiancare da un educatore per imparare ad utilizzarlo: prima di tutto ci dirà se davvero può essere utile nel caso del nostro amico e, in secondo luogo ma non certo per importanza, ci insegnerà ad utilizzarlo correttamente al fine di non provocare danni.

Quando usare un collare a strozzo

Per decenni, il collare a strangolo è stato l’unico ausilio nell’addestramento a disposizione dell’essere umano. Nel corso degli anni è stato ampiamente dimostrato che un utilizzo errato porta a danni per il cane: di tipo fisico e anche psicologico.

In linea di massima, quando usato correttamente, può aiutare nell’educazione dei cani di grossa taglia e con indole dominante. I casi d’uso sono molto vari, ma in linea di massima, il problema che si va a correggere con questo strumento è legato alle passeggiate e allo scarso controllo da parte dell’essere umano.

È bene specificare che questo articolo vuole fornire una risposta generale all’utilizzo del collare a strozzo, senza addentrarsi nell’etica. Se stai pensando di cominciare ad usare questo tipo di collare, devi essere tu in primis a sentirtela, ma soprattutto chiedi sempre consiglio ad un educatore per evitare di fare più male che bene al tuo amico a quattro zampe.

Foto di apertura: stieberszabolcs - 123rf