Come diventare toelettatore

Guida Guida

Diventare un toelettatore rappresenta un’opportunità interessante per chi ama gli animali e desidera lavorare con loro.  

Diventare un toelettatore rappresenta un’opportunità interessante per chi ama gli animali e desidera lavorare con loro.  

Quella del toelettatore è una professione che sta conquistando sempre più persone: se desideri lavorare con gli animali, questa potrebbe essere la professione giusta per te. È importante però sapere che non ci si improvvisa toelettatori: non è che se si è in grado di lavare il cane in casa o di tagliare le unghie del cane, si è automaticamente capaci di fare questo mestiere.

Per diventare toelettatore professionista occorre seguire un percorso di formazione specifico in modo da acquisire le competenze necessarie.

Diventare toelettatore: i corsi da seguire

Poiché la richiesta di figure professionali del settore del pet care è aumentata, è cresciuto anche il numero di corsi di formazione per diventare toelettatore ma non tutti sono validi.

C’è infatti il rischio di incappare in corsi che non portano ad alcuna qualifica o peggio ancora che si rivelano essere delle truffe. È dunque importante informarsi bene prima di intraprendere un percorso di studio che richiede tempo e denaro.

La cosa migliore da fare è chiedere informazioni all’Associazione Toelettatori Professionisti (APT), che offre corsi e stage in tutta Italia, oppure rivolgersi a toelettatori della propria zona per capire che percorso di studio hanno effettuato.

Foto: chaoss © 123RF.com

Corsi da toelettatore: i prezzi

Il costo di un corso per diventare toelettatore può variare dai duemila ai tremila euro, per cui occorre essere davvero motivati ed essere certi che il corso abbia riconoscimenti nazionali oltre che il patrocinio di organizzazioni cinofile.

Ovviamente al termine del corso deve essere rilasciata una qualifica ufficiale a cui devono seguire tutta una serie di stage di aggiornamento da frequentare con costanza durante tutta la propria carriera lavorativa.

Toelettatore in proprio?

Da ultimo è fondamentale l’esperienza pratica: fin da subito conviene lavorare presso strutture già avviate prima di decidere di mettersi in proprio.

Qualora si decidesse di intraprendere questa seconda strada occorre individuare un locale adatto e ottenere il nullaosta igienico sanitario quindi, una volta ottenuti tutti i permessi per l’avvio dell’attività, si devono acquistare le attrezzare e i macchinari necessari.

Foto apertura: Dmytro Zinkevych © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI