Gatti

Vaccinazioni del gatto: le più importanti e quelle consigliate

Vaccinare il proprio gatto è un atto di responsabilità che permette di proteggerlo da malattie pericolose e potenzialmente letali.

Vaccinare il proprio gatto è un atto di responsabilità che permette di proteggerlo da malattie pericolose e potenzialmente letali.

Un gatto in salute, dalla vita lunga e felice, è quasi certamente uun gatto che è stato sottoposto a profilassi vaccinale. Le vaccinazioni del gatto si rivelano importanti per impedire lo svilupparsi di gravi patologie che potrebbero condurre l'animale a serie conseguenze se non addirittura alla morte nei casi più gravi.

Le vaccinazioni più importanti del gatto 

I vaccini fondamentali per il gatto

I vaccini obbligatori sono quelli che contrastano le malattie più pericolose per il gatto come la parvovirosi felina, l’influenza felina e la rabbia. Il vaccino trivalente è il vaccino base a cui tutti i gatti dovrebbero essere sottoposti perchè protegge dall'eventualità di contrarre infezioni da virus che provocano la Rinotracheite virale, la Calicivirosi e la Panleucopenia, malattie indicate con l'acronimo RCP.

Parvovirosi felina 

La prima vaccinazione contro la parvirosi felina o Panleucopenia dovrebbe essere effettuata a partire dall’ottavo mese di vita del gatto, seguono poi dei richiami a seconda della composizione del vaccino inoculato. La malattia colpisce più spesso i gatti giovani ma può coinvolgere anche i gatti più anziani, manifestandosi con febbre, vomito affaticamento e perdita di appetito.

Influenza felina 

Questa malattia è molto contagiosa e può portare il gatto a sviluppare una polmonite o persino a diventare cieco: se non curata, l'influenza felina può risultare fatale. I veterinari consigliano di vaccinare il gatto ogni anno contro l'influenza felina che è causata da virus erpetici e calicivirus.

Rabbia 

La rabbia è una zoonosi e quindi può essere trasmessa anche all’uomo: si tratta di una malattia terribile e potenzialmente mortale, causata dal virus lyssavirus o rhabdovirus. A rischio di contrarre la rabbia sono in particolare i gatti che vivono all’aria aperta: il primo vaccino contro la rabbia va fatto al gatto a partire dal suo dodicesimo mese di vita.

Le vaccinaziono del gatto consigliate 

I vaccini consigliati per il gatto

Accanto ai vaccini obbligatori i veterinari consigliano di sottoporre i gatti anche ad altre vaccinazioni per contrastare la leucemia felina e la peritonite felina.

Leucemia felina 

La leucemia felina o FeLV determina un alto tasso di mortalità nei gatti: il vacciono contro questa malattia viene consigliato e spesso associato al vaccino trivalente che diventa così tetravalente.

Peritonite Infettiva Felina 

Anche la peritonite felina (FIP) un’infezione molto grave per cui si consiglia il vaccino: il contagio è causato da un coronavirus felino e la malattia se non curata può avere esiti fatali.

Foto:  famveldman-123RF