Come scegliere la lettiera per il gatto

Guida Guida

Orientarsi nella scelta della lettiera per il gatto non è affatto facile. Ma con un minimo di informazione, qualche tentativo andato a vuoto e un po' di fortuna nell'imbroccare i gusti del nostro gatto riusciremo a trovare la nostra soluzione ideale.

Orientarsi nella scelta della lettiera per il gatto non è affatto facile. Ma con un minimo di informazione, qualche tentativo andato a vuoto e un po' di fortuna nell'imbroccare i gusti del nostro gatto riusciremo a trovare la nostra soluzione ideale.
Ti potrebbero interessare

La cassettina igienica è un accessorio importante del corredo del gatto, ma ovviamente non serve a nulla se al suo interno non si mette l'apposita sabbietta (lettiera). Anche in questo caso c’è solo l’imbarazzo della scelta. Le lettiere oggi disponibili hanno caratteristiche e prezzi anche molto diversi tra loro.

Non c’è modo di stabilire quale sia la lettiera migliore in assoluto.

Spetterà a voi stabilire, dopo averle provate, qual è il rapporto qualità-prezzo migliore, considerando anche le preferenze del vostro gatto e l’uso che ne fa.
Alcune lettiere hanno, infatti, prezzi decisamente più elevati all’acquisto, ma poi di fatto durano di più di altre e quindi, a parità di peso, sarebbero più convenienti.
Tuttavia se il gatto non le gradisce finireste col trovarvi i suoi bisognini disseminati per casa o tra le piante

Le uniche lettiere controindicate in assoluto per il gatto sono la segatura e la sabbia normale, perché, oltre ad attaccarsi al pelo, sono fonte di cattivo odore. Per il resto trovate:

  • Lettiere normali: in vendita ovunque, di varie marche; costano poco, ma vanno sostituite completamente ogni giorno; allo scopo, esistono sacchetti di plastica da gettare, che si applicano sul bordo della cassetta, si riempiono e si chiudono facilmente;
  • Lettiere profumate: coprono meglio l’odore, specie quello caratteristico dell’urina; hanno un costo variabilissimo a seconda della marca, un “piccolo” inconveniente: se hanno una profumazione troppo forte, o sgradita al vostro micio, potrebbe rifiutarle;
  • Lettiere agglomerabili: in vendita nei negozi specializzati e nei supermercati più attrezzati, costano di più, ma risultano convenienti, perché si risparmia sulla quantità, riducendo al minimo lo spreco: la parte che viene bagnata dall'urina si ammassa in forma di palla, facilmente asportabile con l’apposita palettina, coprendo anche l'odore;
  • Lettiere naturali: sono costituite da una sostanza vegetale trinciata, sono comode perché può essere gettata nel wc ma sono piuttosto costose e vanno cambiate completamente ogni giorno. Inoltre, i gatti non sempre le amano.


photo credit: Pacificat Ragdolls via photo pin cc

Sempre pulita anche da cuccioli

I gatti imparano presto a fare i bisognini nella cassettina, ma se il vostro gattino dovesse dimostrare qualche incertezza, abbiate un po’ di pazienza ed evitate la cattiva e inutile abitudine di strofinargli il muso negli escrementi lasciati in giro: una lettiera tenuta sempre ben pulita sarà anche per lui molto più efficace per cercare di convincerlo.

Animali e cuccioli
SEGUICI