Come usare il kale in cucina

Guida Guida

In padella, al forno, in insalata: il kale si rende protagonista di svariate pietanze. Perché non dare una possibilità all’ortaggio che gli americani, star comprese, osannano?

Le ricette con il broccolo riccio sono numerose: sarebbe un vero peccato non utilizzarlo in cucina. Di seguito trovate una serie di spunti interessanti, ma otterrete ottimi risultati anche seguendo il vostro istinto, niente paura.

Se vi state chiedendo dove trovare il kale in Italia sappiate che potreste reperirlo presso gli ortofrutta più forniti o, in alternativa, utilizzare il cavolo nero toscano, appartenente alla stessa famiglia.

Per preparare, ad esempio, il kale ripassato in padella, dopo averlo fatto appena sbollentare, scolatelo e trasferitelo in un tegame con aglio, olio ed un pizzico di peperoncino, se piace. Fate andare qualche minuto su fiamma sostenuta, regolate di sale e servite.

Quando si pensa al kale al forno non possono che venirci in mente le chips, sottili e croccanti, che si ottengono facendolo cuocere ad alta temperatura fino a quando non raggiunge tali caratteristiche.

Ma queste non sono le sole ricette con il kale che si possano portare in tavola. La zuppa di cavolo riccio, ad esempio, è un vero comfort food: densa, ricca di nutrienti, potrete arricchirla con patate, zucca, legumi o altra verdura di stagione e servirla con un filo di olio e dei crostini di pane.

Non dimentichiamo, infine, l’utilizzo a crudo del cavolo: l'insalata di kale si presta alle stagioni più calde.

Tagliatelo a pezzi ed unite della frutta secca come noci o mandorle, dell’uvetta ed i condimenti preferiti. In tal caso, però, è preferibile utilizzare le foglie interne, che sono notoriamente più tenere, e procedere con il condimento almeno 30 minuti prima di portare la pietanza in tavola. E’ ottimo anche con le patate lesse.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI