Cibo vegano: i pro e i contro

Guida Guida

Vantaggi e svantaggi legati all’alimentazione vegana: i diversi punti di vista da considerare a riguardo.

Vantaggi e svantaggi legati all’alimentazione vegana: i diversi punti di vista da considerare a riguardo.

Cosa mangiano i vegani? Il cibo vegano continua a far crescere dubbi, ma quali sono i pro ed i contro legati a tale tipologia di alimentazione?

Partiamo dal suo significato: per cibo vegano si intendono tutti gli alimenti che non derivano in alcun modo dal mondo animale. Banditi, come è ovvio dedurre, carne e pesce, ma anche uova, latte, formaggi e, udite udite, il miele e la colla di pesce. Per essere vegani basta escluderli dalla propria dieta alimentare.

Pro della dieta vegana

Contrariamente a quanto si possa pensare, mangiare vegano assicura la copertura del proprio fabbisogno giornaliero di carboidrati: pasta, riso e cereali integrali sono tra gli alimenti vegani indispensabili e assolutamente da mettere nel carrello. Possono essere consumati senza limitazioni (se non quelle legate alla quantità).

L'alimentazione vegana fornisce un apporto non indifferente di sali minerali e vitamine, quelli di cui sono ricchi gli alimenti di origine vegetale.

Costituisce un tipo di alimentazione leggera e facilmente digeribile caratteristiche, queste, che sono in genere consigliate dai nutrizionisti.

È un’alimentazione sostenibile ed ecologica.

Ultimo pro – non per ordine di importanza – riguarda l’aspetto etico: la dieta vegana non prevede l’uccisione o il maltrattamento di alcun animale.

Contro della dieta vegana

Esistono numerose tesi contro i vegani, la maggior parte delle quali nascono dai potenziali effetti della dieta vegana sulla salute.

Assenza di vitamina B12. Importante in quanto determina la buona funzionalità di nervi e cellule del sangue, tale vitamina è contenuta in carne, pesce e formaggi. Ad eccezione di alcune alghe, non è presente in natura.

Tra gli svantaggi della dieta vegana la presunta carenza di proteine. In realtà sono presenti in parecchi alimenti, ad iniziare dei legumi (soia gialla e lenticchie in primis).

Sfatiamo un mito: il cibo vegano non fa dimagrire, ma neanche fa ingrassare. Basta, così come avviene per tutte le diete, abbinare ad una alimentazione equilibrata e variegata dell'attività fisica.

Molti rimproverano all’alimentazione vegana la poca varietà: probabilmente dipende dalla scarsa conoscenza di quanti alimenti dai notevoli valori nutrizionali la natura ci offre.

Alcuni ritengono che favorisca la carie a causa del largo consumo di alimenti ricchi di zuccheri e acidi: per proteggere i denti basta curare in maniera scrupolosa l’igiene orale.

Ultimo contro è il dispendio economico che una dieta vegana richiede. Spesso il cibo vegano è troppo costoso, colpa anche delle aziende che ci marciano decisamente sopra.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI