Come si calcola la tassa sui rifiuti

Guida Guida

I rifiuti sono all'ordine del giorno: tutti hanno a che fare con i materiali di scarto! Scopri come funziona e come si calcola la tassa sui rifiuti

La tassa sui rifiuti è una tassa comunale con la quale paghiamo il servizio di recupero e smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

La tassa, che in precedenza veniva pagata ad Equitalia, ora si versa direttamente al comune di appartenenza.

Generalmente la tassa sui rifiuti può essere pagata in un'unica rata oppure in due, tre o quattro rate, dipende dalla richiesta che fa il comune di residenza.

Il calcolo della tassa sui rifiuti avveniva in base alla metratura della casa, una regola più volte discussa perché la metratura della casa non è sempre indice di una produzione maggiore di rifiuti.

Lo è in alcuni casi, ad esempio quando una casa è dotata di un ampio giardino: in questo modo i residenti producono più rifiuti come le sfalciature del giardino. Ma se una casa anche piuttosto ampia è abitata da una o due persone, produrrà naturalmente meno rifiuti rispetto ad un nucleo familiare più grande.

Come viene calcolata la tassa sui rifiuti

Infatti ora la tassa sui rifiuti è commisurata al numero di residenti che vi abitano, invece permane il calcolo in base alla metratura e al numero di vani solo per case che non vengono abitate stabilmente, come ad esempio le case per le vacanze e le seconde case.

Visto il pagamento della tassa sui rifiuti, noi cittadini siamo tenuti a rispettare i metodi di raccolta predisposto dal Comune e allo stesso tempo possiamo però pretendere una gestione attenta all'ambiente, la raccolta differenziata e la predisposizione di servizi per il recupero di tutti i materiali.

Foto © Africa Studio - Fotolia.com
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI