Bambini al mare: 10 piccole regole per farli divertire senza rischi

Classifica Classifica

Qualche piccolo consiglio per godersi le vacanze al mare con i bambini senza ansie e stress.

Ti potrebbero interessare

Le vacanze con i bambini al mare sono un momento che si aspetta per tutto l’anno, ma che spesso, complice l’ansia e le preoccupazioni legate al benessere dei figli piccoli e alle rimostranze dei bambini capricciosi, possono trasformarsi in una fonte di stress. Che può essere però eliminato, o quantomeno ridotto, mettendo in pratica una serie di regole e consigli che aiutano a gestire le giornate in riva al mare nella maniera più serena possibile, non solo per i bambini intenti a giocare con la sabbia ma anche per i genitori.

Dalla doccia tiepida prima del bagno alla protezione solare, ecco un piccolo vademecum per le vacanze al mare con figli al seguito.

1. Mai perderli di vista

Sembra una cosa scontata, ma spesso l’ambiente familiare concilia le distrazioni, anche minime: uno sguardo al cellulare, una capatina veloce in bagno, una doccia per rinfrescare. Ma anche il bambino più coscienzioso può disobbedire, e il rischio è che possa farsi male: mai perderlo di vista, soprattutto in luoghi pubblici.

2. Massima attenzione quando sono in acqua

Che sia il mare, la piscina o una piscinetta, anche il bambino che sa nuotare meglio ha bisogno di costante e continua supervisione: mai allontanare lo sguardo quando è vicino o nell’acqua.

3. Protezione solare mai sotto 50

La pelle dei bambini è estremamente delicata e necessita di una protezione adeguata dai raggi Uva, da riapplicare con frequenza e dopo ogni bagno.

4. No al sole nelle ore più calde della giornata

Le ore centrali della giornata sono difficili anche per gli adulti, figuriamoci per i bambini: prendetevi una pausa dalla spiaggia tra la tarda mattinata e il tardo pomeriggio, e rifugiatevi al fresco per un sonnellino, un gioco, un pranzo leggero.

5. Prima del bagno, una doccia tiepida

Soprattutto se il bambino ha trascorso molto tempo al sole, la sua temperatura potrebbe essere salita e la pelle essere diventata molto calda: una doccia tiepida aiuta a riequilibrare la temperatura prima dell’impatto con l’acqua di mare, solitamente fredda.

6. Dopo il bagno, sempre la doccia

La doccia è fondamentale per sciacquare via il sale, che irrita la pelle, soprattutto quella dei più piccini.

7. Mai dimenticare il doposole

Terminata la giornata in spiaggia, anche se la crema a protezione solare è stata applicata più volte, sulla pelle del bambino restano i segni del sole: per evitare dolorose e fastidiose irritazioni, applicate sempre dopo l’ultima doccia una lozione doposole.

8. Manteneteli sempre idratati

Spremute di arancia e acqua sono dei must in estate: è indispensabile garantire ai più piccoli il giusto apporto di idratazione e sali minerali, dispersi con il sudore. Attenzione, però, alla temperatura: mai troppo fredda l’acqua, nonostante la calura.

9. Non coprirli troppo (né troppo poco)

Questo vale soprattutto per i più piccoli: la tendenza, quando si tratta di neonati, è di coprire la carrozzina con teli per filtrare la luce. La conseguenze diretta, però, è che la temperatura nell’ovatto o nella carrozzina raggiunge rapidamente livelli elevati, formando una cappa ben poco salutare: lasciate che l’aria circoli liberamente, e piuttosto spostate la carrozzina in un punto più ombreggiato. Di contro, se notate che il bambino più grandicello ha iniziato a presentare pelle arrossata o irritata, alla protezione solare associate una maglietta bianca per filtrare i raggi del sole. E mai, mai dimenticare il cappello.

10. Lasciateli divertire

Ultima, ma non ultima: pur con tutte le precauzioni e gli accorgimenti del caso, la vacanza al mare deve essere soprattutto un divertimento. Cercate, quindi, di non farvi catturare dall’ansia, lasciate al bambino i suoi spazi e provate a divertirvi e rilassarvi anche voi. 

Foto apertura: Олександр Савченко © 123RF.com

Genitori e bambini
SEGUICI