Smagliature al seno post-parto: 5 modi per evitarle

Classifica Classifica

Le smagliature sono un inestetismo molto diffuso, e uno dei tanti cambiamenti con cui fare i conti durante la gravidanza: ecco come prevenirne la comparsa.

Durante la gravidanza il corpo va incontro a una lunga serie di cambiamenti, alcuni temporanei, alti invece più duraturi. È il caso delle smagliature seno, linee più o meno sottili che compaiono sulla pelle a causa del cedimento del tessuto cutaneo, che se non trattate adeguatamente possono diventare indelebili.

Perché vengono le smagliature

Le smagliature sono un inestetismo cutaneo molto diffuso che si manifesta quando la pelle si tende oltre la norma e poi si rilascia: un esempio calzante è quello dell’elastico che, dopo un uso ripetuto, non si tende più come all’inizio e non riprende la forma originale, restando molle.

La stessa cosa accade alla pelle: nel caso della gravidanza, le cosiddette smagliature post parto compaiono solitamente sul seno, appunto, e sulla pancia, dove il tessuto cutaneo viene teso al massimo e poi rilasciato. Conseguenza diretta, la comparsa di striature che sono di fatto vere e proprie cicatrici e che possono essere rosso-viola o bianche.

Proprio la colorazione fa la differenza per quanto riguarda il trattamento: quelle rosse, più “fresche”, possono essere ridotte, mentre per quelle bianche, ormai vecchie, resta soltanto la possibilità di attenuarle. Il segno però resta, ed è per questo che è importante adottare una serie di accorgimenti per prevenire la formazione delle smagliature.

1. Idratazione costante

Il primo passo è mantenere la pelle idratata e nutrita, per garantirne l’elasticità ed evitare che le smagliature si formino. L’ideale è spalmare olii e creme apposite sulle porzioni di pelle maggiormente sottoposte a tensione, e dunque la pancia e il seno, ma anche le cosce e i glutei.

2. Esfoliazione e rinnovamento cellulare

Gli scrub esfolianti stimolano il rinnovamento cellulare, e le creme rassodanti applicate con costanza, associate a prodotti come l’olio di mandorle dolci o di germe di grano o a base di centella asiatica, garantiscono la massima cura dall’esterno.

3. Assunzione di integratori specifici

Alla cosmesi si possono quindi associare integratori di vitamina A, B e C, che stimolano la produzione di collagene, responsabile dell’elasticità della pelle, e dunque non solo della smagliature ma anche delle rughe: più ce n’è, meglio è, e dopo i 30 la produzione naturale cala drasticamente.

4. Trattamenti ad hoc

Nel caso in cui le smagliature post parto siano comparse nonostante tutti gli accorgimenti, si può provare ad attenuarle (difficile, a oggi, cancellarle totalmente) con la medicina estetica: laser, biostimolazione, iniezioni di acido ialuronico, elastina e collagene aiutano la pelle a rigenerarsi e le danno un aspetto più levigato e compatto.

5. Attenzione anche al sole

Le smagliature sono, come detto, cicatrici della pelle, ed è importante proteggerle perché particolarmente delicate: fondamentale sopratutto in estate applicare una crema con spf minimo 30 per schermarle dal sole e dai raggi Uva

Foto di apertura: Kamil Macniak © 123RF.com

Genitori e bambini
SEGUICI