Festa della mamma: 5 frasi tratte da canzoni famose

Classifica Classifica

La festa della mamma è dietro l’angolo: ecco 5 frasi da dedicare alla persona più importante della vostra vita.

Quello che ognuno di noi ha con la propria mamma è un legame speciale e non serve una ricorrenza in particolare per ricordarlo, ma in occasione dellafesta della mamma perché non ribadire quanto le vogliamo bene e quanto sia importante per noi?

Se pensavate di allegare al regalo che avete acquistato per la festa della mamma anche un biglietto di auguri con una dedica speciale, ma siete a corto di idee, provate a prendere spunto dalle canzoni italiane.

Noi abbiamo selezionato per voi 5 frasi, tratte da 5 celebri canzoni, che potrebbero benissimo sostituire le dediche tradizionali. Pronte a scoprire quali sono?

5. In bianco e nero – Carmen Consoli

Guardo una foto di mia madre. Era felice avrà avuto tre anni. Stringeva al petto una bambola, il regalo più ambito. Era la festa del suo compleanno, un bianco e nero sbiadito. Guardo mia madre a quei tempi e rivedo il mio stesso sorriso.

4. Viva la mamma – Edoardo Bennato

Viva la mamma, affezionata a quella gonna un po' lunga, così elegantemente anni cinquanta, sempre così sincera. Viva la mamma, viva le donne con i piedi per terra e sorridenti miss del dopoguerra, pettinate come lei!

3. Portami a ballare – Luca Barbarossa

Dai mamma dai questa sera lasciamo qua i tuoi problemi e quei discorsi sulle rughe e sull'età, dai mamma dai questa sera fuggiamo via e tanto che non stiamo insieme e non è certo colpa tua, ma io ti sento sempre accanto anche quando non ci sono io. Ti porto ancora dentro anche adesso che sono un uomo.

2. Mamma – Claudio Villa

Mamma solo per te la mia canzone vola, mamma sarai con me tu non sarai più sola. Quanto ti voglio bene queste parole d'amore che ti sospirano il mio cuore forse non s'usano più, mamma ma la canzone mia più bella sei tu, sei tu la vita e per la vita non ti lascio mai più.

1. Mi dispiace – Laura Pausini

Perciò ti ho scritto questa lettera confusa, per ritrovare almeno in me un po' di pace E non per chiederti tardivamente scusa ma per riuscire a dirti mamma... mi dispiace! Non è più vero che di te io mi vergogno e la mia anima lo sento ti assomiglia. Aspetterò pazientemente un altro sogno. Ti voglio bene mamma... scrivimi... tua figlia.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI