Millennials: (una volta per tutte) la verità sulla generazione Y

Notizia Notizia

Chi sono, cosa vogliono, come amano: uno studio del Pew Research Center ha stabilito finalmente il range esatto di anni entro cui è possibile considerarsi dei Millennials.

All'inizio degli anni dieci del Duemila le scienze sociali si sono concentrate sulla necessità di dare una definizione alla generazione che abitava il nuovo secolo, con molte più competenze tecnologiche e un modo di affrontare il mondo completamente diverso dal passato.

È nata così la definizione di Millennials, ma per molti anni nessuno ha mai ben capito chi fossero e soprattutto perché fossero così diversi dagli esseri umani del passato. A mettere ordine nel caos ci ha pensato il Pew Research Center, che ha riclassificato il limite che divide i Millennials dai post-Millennials, generazione più genericamente definita con la lettera Z.

I Millennials sono tutti i nati tra il 1981 e il 1996.

I primi a usare il termine Millennials furono Neil Howe e William Strauss, due storici che etichettarono con questa parola i nati dal 1982 al 2004. Secondo le autorità che hanno ordinato il censimento americano, nel 2015 la fascia è stata poi ristretta dal 1982 al 2000.

Secondo l'azienda Millennial Marketing il range dei nati da considerare andava dal 1977 al 2000. E anche il dizionario Merriam-Webster non aveva proprio le idee chiarissime, quando scriveva un vago "nati negli anni '80 o '90".

Ora il Pew Research Center mette un punto fermo nella diatriba, fissando la forchetta a 1981-1996. Chi è nato dopo fa parte della generazione Z, il cui intervallo di nascite dovrebbe già essersi esaurito.

Ma chi sono davvero i Millennials?

La caratteristica più importante dei Millennials è il rapporto privilegiato con la tecnologia contemporanea. Questa generazione è cresciuta con i personal computer, ne ha seguiti i progressi fino all'avvento di Internet e dei cellulari.

Per la prima volta, proprio grazie all'accesso privilegiato al mondo dell'informazione online, i Millennials si sono lasciati alle spalle il mondo televisivo, privilegiando la rete e ora i social network. Il principale strumento di fruizione è il telefonino. Per lo stesso motivo i Millennials fanno acquisti online, confrontando i prezzi dei prodotti e informandosi sulla loro efficacia grazie ai feedback in rete. I millennials viaggiano di più, ma in modo completamente nuovo: fanno Travel Bragging.

Com'è il tempo libero dei millennials? non sanno rinunciare alle serie tv, ascoltano tanta musica indie e con i libri hanno un rapporto difficile.

Lo stretto rapporto con la tecnologia ha portato a una minore propensione alla coltivazione di rapporti personali di successo, con una conseguente crisi dell'istituzione della coppia e del matrimonio (LEGGI ANCHE: Il matrimonio ai tempi dei Millennials), a favore di formule più fluide come la convivenza.

Come si evolveranno i Millennials? Non resta che aspettare e restare a guardare.  

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI