Venezia 74, i film italiani in concorso

Notizia Notizia

Non solo altisonanti film stranieri: anche l'Italia ha 4 opere in concorso alla 74esima Mostra del Cinema. Tutti i dettagli.

Durante la conferenza stampa di presentazione del programma della 74esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia il direttore artistico Alberto Barbera ha messo l'accento sulla nuova logica che ha condotto alla selezione dei 21 film in concorso, sottolineando come fosse stato bilanciato il numero di produzioni italiane. Per Venezia '74 i film made in Italy in gara sono solo 4 e, già dalla presentazione del primo, diretto da Paolo Virzì, c'è di che stare allegri, visto il consenso riscosso.

Ecco i film italiani in gara alla 74esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia.

"Negli anni passati mi sono spesso lamentato delle troppe produzioni italiane, dove un eccesso di quantità limitava la qualità - ha dichiarato durante la conferenza stampa di presentazione del programma di Venezia 74, il direttore artistico -. Questa volta, invece, la qualità è tanta e per la prima volta dopo molto tempo ci siamo trovati di fronte a tanti film interessanti, soprattutto a molti giovani autori che provano a uscire dai soliti schemi, con modelli capaci di confrontarsi con il cinema internazionale. Un fenomeno molto importante, che coinvolge sia il cinema d’autore che quello di genere".

Tra i 21 film in Concorso, 15 sono diretti da registi alla loro prima volta al Lido. I film italiani in gara invece sono 4, cosa che non succedeva dal 2010. I titoli sono: "Ella&John - The Leisure Seeker" di Paolo Virzì, "Una famiglia" di Sebastiano Riso, "Hannah" di Andrea Pallaoro e "Ammore e malavita" dei Manetti Bros.

Tratto dal libro "In viaggio contromano - The Leisure Seeker", edito in Italia da Marcos y Marcos, "Ella&John - The Leisure Seeker" ha preso forma proprio in Italia, partendo dal successo conquistato dal romanzo nel nostro mercato. Secondo una nota diffusa dalla casa editrice, "è bello che l’idea [...] dall’Italia sia tornata negli Stati Uniti, e da lì si prepari a viaggiare per il mondo in almeno novanta paesi. Un vero viaggio contromano".

Il film, diretto da Paolo Virzì, racconta la storia di Ella e John, una coppia di ottantenni malandati che, in barba a ogni cautela balzano sul loro camper, un vecchio Leisure Seeker, e si mettono in viaggio. Il loro ultimo viaggio è la dimostrazione che si possono fare tante cose, percorrendo la strada insieme, fino all'ultimo chilometro. Presentato al pubblico di Venezia '74 Lunedì 4 settembre, il film ha strappato molte lacrime, risate e tantissimi applausi. Lo vedremo al cinema a partire dal 25 gennaio 2018. 

Nello stesso giorno viene presentato al Lido anche "Una famiglia" di Sebastiano Riso. In questo film si racconta la storia di Vincent, 50 anni, e Maria, 15 in meno. Insieme formano una coppia formidabile: autosufficiente, affiatata, che vive in una Roma indifferente e indolente. Dietro un apparente rapporto inossidabile e innamorato, traspare un progetto di vita raccapricciante: aiutare altre coppie che non possono avere figli. Sarà la ribellione di Maria a cambiare le carte in tavola. Sarà nei cinema a partire dal 28 settembre.

"Hannah" di Andrea Pallaoro è il ritratto di una donna che non riesce ad accettare la realtà che la circonda, essendo rimasta sola e dovendo affrontare le conseguenze dell'arresto del marito. Il lungometraggio, con protagonista l'attrice Charlotte Rampling, indaga il confine delicato tra l'identità del singolo, le relazioni umane e le pressioni sociali. Pallaoro ha voluto fortemente l'attrice nel suo cast, sin dalle prime fasi della sceneggiatura. Il film sarà proiettato a Venezia Venerdì 8 settembre.

"Ammore e malavita" dei Manetti Bros. è una sorta di road movie che vuole raccontare la Napoli più intima, da Scampia a Posillipo, dalla Sanità al centro storico, fino al porto di Pozzuoli. In questo labirinto troviamo le musiche di Nelson, cantautore napoletano, che accompagna le gesta di Carlo Buccirosso e Claudia Gerini, Giampaolo Morelli, Serena Rossi e Raiz. Il film arriverà al cinema il prossimo 5 ottobre.

Per quanto riguarda le tematiche, Barbera ha delineato i filoni principali che vanno a caratterizzare questa edizione. Il direttore ha spiegato che "il tema dominante è quello delle migrazioni, presente nella maggior parte dei film. Poi c’è il tema della famiglia, della crisi di valori che si ripercuote anche a livello globale, nelle differenti società e culture". Un altro dei filoni che ha affascinato i registi in gara al Lido è quello horror.

Appuntamento al 9 settembre, per scoprire quale sarà il genere che verrà premiato dal Leone D'Oro.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI