Genova celebra Paganini: danza in piazza con l'étoile della Scala di Milano

Notizia Notizia

Deborah Gismondi è la madrina di uno speciale evento organizzato dai Civ del capoluogo ligure in occasione del Paganini Genova Festival.

Ti potrebbero interessare

Genova celebre Niccolò Paganini, il celebre violinista e compositore nato proprio nel capoluogo ligure, con un mese di eventi dedicati a lui e alla musica: l’occasione è la terza edizione del Paganini Genova Festival, organizzato dall'associazione Amici di Paganini, Regione Liguria, Comune di Genova, Teatro Carlo Felice, Conservatorio Niccolò Paganini, fondazione Enzo Hruby con il sostegno della Camera di Commercio e molti altri partner.

Per il terzo anno consecutivo, la città di Genova ha studiato un ricco programma che conta su 35 tra concerti, conferenze, proiezioni, workshop, visite guidate e momenti di studio. E non solo. Lunghissima la serie di eventi organizzati dagli operatori commerciali della città, che hanno voluto a modo loro rendere omaggio a uno dei genovesi più conosciuti nel mondo, virtuoso del violino (il celebre Cannone di Paganini è esposto proprio a Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova).

Tra gli appuntamenti previsti nell’ambito della rassegna, venerdì 11 ottobre alle 16.30 in piazza Colombo e in via San Vincenzo, cuore dello shopping cittadino, i civ Colombo Galata e San Vincenzo Chic hanno organizzato un evento in memoria del compositore della Superba coinvolgendo un’altra eccellenza ligure: Deborah Gismondi. La ballerina solista del Teatro alla Scala di Milano sarà madrina dell'evento accompagnata dalle giovani allieve della scuola di danza Nuova Alacritas, dove lei stessa si è formata prima di approdare al grande teatro che l'ha vista esibirsi in ruoli principali come Giselle, Romeo e Giulietta, Lo Schiaccianoci, Bayadere, Carmen e molti altri ancora.

Foto©Marcello Rapallino

Nella sua Genova, Deborah ha ballato più volte al Teatro Carlo Felice interpretando il ruolo dell’Elue nella Sagra della primavera, coreografia di M. Bejart e il Lago dei Cigni, coreografia di Nureyev e Excelsior, coreografia Dell’Ara.

L'evento si svolgerà intorno alla fontana di piazza Colombo per poi spostarsi in via San Vincenzo, dove le note di Paganini allieteranno la via con il quartetto d'archi Greben di Julyo Fortunato, che accompagnerà le coreografie di Maura Rizzo sulle note del Capriccio n 14,16 e 24 , La campanella e il Carnevale di Venezia

Foto di apertura©Marcello Rapallino 

Hobby e tempo libero
SEGUICI