Antonella Clerici: «La televisione di oggi è sempre più conflittuale e mi piace sempre meno»

Notizia Notizia

 Torna a Sanremo, dopo aver condotto il Festival numero 60 nel 2010 vinto da Valerio Scanu.

Tutti ricordano il Festival di Antonella Clerici: i suoi abiti, la vittoria di Valerio Scanu, la rivolta dell’orchestra che lanciò gli spartiti in segno di protesta, il secondo posto di Emanuele Fliberto e Pupo. Torna a Sanremo Antonella Clerici e lo fa da signora della Tv, che lavora solo a progetti. Ha accettato l’invito di Amadeus e co condurrà la penultima serata del Settantesimo Festival.


Ecco le prime parole di Antonella Clerici, arrivata questa mattina a Sanremo
“E’ sempre una grande emozione tornare a Sanremo. Partecipo alla festa di una persona che se lo merita. So che pressione c’è attorno ad un festival. Quello che mi è piaciuto tantissimo è che questo festival è un prodotto nuovo, una festa corale in una televisione sempre conflittuale che mi piace sempre meno. Amadeus ha invitato i suoi amici, ha fatto un festival con il cuore. L’amicizia è stata la base di questo festival, quella di Fiorello nei confronti di Amadeus, quella di Benigni, la mia verso Amadeus. Il segreto è quello di fare cose eccezionali in maniera normale!”

Durante la conferenza stampa, Antonella Clerici si è visibilmente commossa quando il nuovo direttore di Raiuno Stefano Coletta le ha  confermato la sua stima. La commozione di Antonella Clerici arriva dopo un anno lavorativamente difficile vissuto dalla conduttrice messa da parte nel 2019 dall’ex direttore di Raiuno Teresa De Santis.
E’ stato chiesto ad Antonella Clerici quali siano quindi i suoi progetti futuri: “Vorrei affidarmi e il direttore Coletta sa quali sono i linguaggi giusti che vanno usati oggi in televisione. Non vorrei per una volta dare io idee su nuovi programmi ma vorrei essere presa per mano. Sicuramente vorrei fare qualcosa di giocoso, qualcosa inerente alle mie peculiarità.”
 

 

 

Hobby e tempo libero
SEGUICI