Tempo Libero

La mia dichiarazione d'amore agli anni '80 e '90

Anche a voi è capitato di cenare con persone più giovani e sentirvi dire: "Ma chi è Ambra?"

Anche a voi è capitato di cenare con persone più giovani e sentirvi dire: "Ma chi è Ambra?"

C’è una famosa canzone di Max Pezzali che dice: “Gli anni d'oro del grande Real, gli anni di Happy Days e di Ralph Malph, gli anni delle immense compagnie, gli anni in motorino sempre in due”. Gli anni Ottanta e gli anni Novanta hanno segnato profondamente le generazioni attuali e sono rimasti nel cuore di molti.

Io amo quegli anni: mi mancano le cabine telefoniche, i cartoni animati giapponesi ogni pomeriggio, il primo computer 486 sulla scrivania, le polaroid fatte nelle vacanze, la consolle Nintendo con Super Mario Bros, la prima serata in tv alle otto e mezza di sera (e non alle dieci come ora!), mi manca il Sapientino di quando ero piccolo, l’Allegro Chirurgo e i paciocchini che si scambiavano a scuola, le Girelle e i Billy all’intervallo, i pranzi da Burghy dopo la scuola in Corso San Gottardo a Milano, i Festival di Sanremo di Pippo Baudo, i Festivalbar in estate con le finali all’Arena di Verona, Beverly Hillls 90210, Melrose Place e pure Yogurt con Sonia Grey ogni giovedì sera su Italia Uno, che non piaceva a nessuno ma lo guardavamo tutti!

Non avevamo gli smartphone e non fotografavamo qualsiasi cosa: i ricordi sono legati ai rullini da dodici, ventiquattro o trentasei foto che si stampavano alla fine di un viaggio, non potevamo “screenshottare” le chat con le amiche e mandarle su Whatsapp. Si è vero, ad un certo punto sono arrivati gli sms, e con loro la libertà di sentirsi con gli amici anche senza stare insieme fisicamente nello stesso posto o senza occupare il telefono fisso di famiglia, con conseguenti urla di mamma e papa. Ma era qualcosa di diverso.

Generazione X sarà lo spazio all’interno di DeAbyDay per rivivere questi anni d’oro, per ricordarli con i protagonisti dell’epoca attraverso interviste esclusive e aneddoti d'annata.

Sono innamorato degli anni Ottanta e Novanta: sono gli anni della mia infanzia, della mia adolescenza, dei primi amori e dei primi viaggi. Ogni canzone, ogni oggetto, ogni programma televisivo è legato a un momento vissuto. E sono sicuro che è cosi anche per voi. Ogni epoca però, va detto, porta con sé una grande eredità per le generazioni future: è anche dedicata a loro questa rubrica, a chi quegli anni li ha vissuti e a chi invece ne ha solo sentito parlare. Si, a quelle ragazze che a cena vi dicono: "ma chi è Ambra?" Oppure: "Non ho mai sentito i Duran Duran, chi sono?" O che non conoscono Raffaella Carrà". Si, amici, ho sentito anche questo!

Foto di apertura: jakkapan - 123rf.com