Tempo Libero

Sanremo 2021: Da Ornella Vanoni a Giovanna Botteri il meglio della finale

Serata finale per Sanremo 2021: all'Ariston si esibisce Ornella Vanoni come superospite.

Serata finale per Sanremo 2021: all'Ariston si esibisce Ornella Vanoni come superospite.

Si chiude il 71° Festival della Canzone Italia nel segno di Ornella Vanoni, superospite della finale. 
La Vanoni arriva sul palco accompagnata da Fiorello sulle note di “Musica Musica”.
“Penso che ci sia lo stesso l’emozione, anche senza pubblico. Il pubblico c’è ed è oltre, oltre a dove vediamo – dice subito Ornella Vanoni appena arrivata sul palco dell’Ariston. Canta “Una ragione di più”, “La musica è finita”, “Mi sono innamorato di te” e “Domani e’ un altro giorno” oltre a “Un sorriso dentro al pianto” con Francesco Gabbani. Ornella scherza con Fiorello sul palco – ma la tua passione Fiorello è cantare? E noi cosa facciamo allora? - e si diverte. E’ proprio una seconda carriera quella di Ornella Vanoni che ormai spazia tra musica e tv, dove è ormai un personaggio amatissimo anche dai giovani. Sui social le sue frasi schiette e le sue battute diventano subito meme. 

E’ la serata anche di Giovanna Botteri a Sanremo. “E’ la rivincita delle nerd” ha dichiarato oggi in conferenza stampa per commentare questo singolare e inaspettato invito a Sanremo. Insieme ad Amadeus ha ripercorso la sua esperienza da inviata in Cina, primo paese che ha dovuto affrontare l’emergenza legata al Covid e ha lanciato un energico ed appassionato messaggio di speranza:“Quando ti scrivevo, giusto un anno fa, noi quel nemico terribile ed insidioso l’avevamo già visto arrivare – spiega la Botteri ad Amadeus – C’erano state avvisaglie ma nessuno ci aveva creduto. Dal giorno alla notte, un paese immenso, la Cina, si è fermato . E continua: “ Chi ci segue da lontano, ci vuole bene. Anche quando siamo imperfetti. Quel calore che senti ti dà forza e coraggio. Anche qui vale lo stesso: lo sappiamo che gli altri ci sono, e che ci danno forza per non sentirsi soli, per capire che puoi farcela. Noi ce la faremo, ne sono sicura”

Cosa rimarrà di questa quinta serata del Festival di Sanremo?  Vediamo nel dettaglio i top e i flop della finale di questo stranissimo Sanremo 2021

Irama

Irama è già nella storia del Festival: è il primo concorrente in smart working. A causa della positività di due collaboratori, il cantante è stato messo in isolamento. La canzone è rimasta comunque in gara e il pubblico ha potuto vedere ogni volta il video della prova generale al posto della performance sul palco. Nella storia!

Fiorello non le manda a dire

"In bocca al lupo a chi verrà a fare il Festival l'anno prossimo. Vi auguro di avere la platea piena...ma deve andare malissimo” è la battuta al flumicotone di Fiorello e soprattutto la sua risposta alle critiche su un festival che ha registrato un notevole calo d’ascolti ed è stato molto chiacchierato per l’eccessiva lunghezza. Amadeus ha annunciato oggi che non sarà lui (e quindi, a questo punto, neanche Fiorello) a condurre ed organizzare il festival l'anno prossimo. Profetico

Serena Rossi

Brava ed elegante arriva a Sanremo per promuovere il nuovo programma “La canzone segreta”. Canta “A te” sul palco dell’Ariston. Bello vedere tante donne di talento all’Ariston. Complimenti!

Extraliscio con Davide Toffolo

Portare il liscio sul palco dell’Ariston era una sfida quasi impossibile. Ci sono riusciti gli Extraliscio con Davide Toffolo con il pezzo “Bianca luce nera”. Da un’idea di Elisabetta Sgarbi. Il pezzo è già cult. Coraggiosi.  

Malika Ayane

E’ colpa di Malika se questa canzone non convince del tutto. Da lei ci si aspetta sempre la performance e la canzone di altissimo livello. Questa “Mi piace cosi” rimane così…un po’ a metà. Lontani dai silenzi per cena.

Il monologo di Zlatan Ibrahimovic

E’ il Sanremo dei monologhi, sono decisamente troppi. Ogni ospite sembra che debba per forza fare un monologo per partecipare all’Ariston. Per la finale è toccato anche al campione del Milan che è molto più divertente quando è libero di improvvisare e fare battute. Ibrahimovic dice: “Se sbaglia Zlatan, puoi sbagliare anche tu. La cosa importante è fare ogni giorno la differenza”  Tutto giusto ma basta monologhi!