Tempo Libero

Marco e Nicole, la rivincita degli sposi maltrattati

Hanno partecipato a due diverse edizioni di Matrimonio a prima vista, ricevendo entrambi grandi delusioni. A sorpresa, si sono conosciuti e innamorati dopo la fine del programma. Mandando in visibilio i loro fan. L’intervista a Marco.

Hanno partecipato a due diverse edizioni di Matrimonio a prima vista, ricevendo entrambi grandi delusioni. A sorpresa, si sono conosciuti e innamorati dopo la fine del programma. Mandando in visibilio i loro fan. L’intervista a Marco.

Immaginate di arrivare all'altare con un perfetto sconosciuto, scelto per voi da altri. Di sposarvi, perché così è stato deciso, e di andare in viaggio di nozze, sempre con questa persona che non avete mai visto prima. Di avviare così una vita insieme: dopo sei mesi, poi, arriverà il momento di decidere se continuare o chiedere il divorzio. Inconcepibile a prima vista? Beh, mica tanto: è il format di Matrimonio a prima vista, programma/esperimento d'amore al limite di Discovery+ (adesso la sesta stagione è in onda su Real Time) a cui ha partecipato Marco, sposo “sfigato” della quarta edizione che si è preso la sua bella rivincita: adesso forma infatti una coppia con Nicole, sposa della quinta, reduce come lui da un breve (e ancor più difficile) matrimonio.

Tornato alla ribalta con questa love story che ha mandato in visibilio i rispettivi fan, Marco non ha perso di vista il “suo” programma, che analizza conducendo sui social una sorta di talk show, ideato far capire ai fan alcune dinamiche che, da esterni, farebbero altrimenti fatica a cogliere: «Essendo stato spettatore prima che partecipante, mi era sempre mancato conoscere sensazioni ed emozioni che gli sposi hanno provato durante e dopo l’esperimento». 

Tra gli ex partecipanti sei sicuramente quello che ha rotto gli schemi.

«Da spettatore mi seccava che i vecchi partecipanti non raccontassero nulla dell’esperienza, che rimaneva molto enigmatica. Essendo molto social, da ex partecipante ho provato così a raccontare aneddoti e il dietro le quinte. Quindi mi sono inventato la serie YouTube Domande a prima vista, in cui i protagonisti rispondevano a quesiti posti dai follower. E poi ho ideato il talk show Dopo Matrimonio a prima vista, in cui analizzo le puntate andate in onda: è appena sbarcato su Twitch e lo conduco insieme alle ex spose Cecilia, Giorgia, Nicole».

Quali sono le dinamiche che da spettatore è difficile cogliere?

Chi guarda Matrimonio a prima vista da fuori può pensare: vabbè, si sposano, sanno che tanto divorziano ma intanto si fanno un bel viaggetto tutto spesato. Dietro a questo c’è dell’altro: io e Ambra eravamo seguiti H24 da una troupe, composta da cameraman, produttore e autore. Ogni coppia ha una sua piccola squadra, con cui si instaura un legame, ma dapprima può mettere in difficoltà. Già sei con una moglie sconosciuta, con tante emozioni in ballo, in più hai queste persone attorno a fare il loro lavoro. Quelli del viaggio di nozze sono sembrati più giorni di lavoro che di vacanza, anche per questo in video possiamo aver dato l’impressione di non esserci divertiti molto: dovevamo fare varie esperienza già fissate e trovare nello stesso tempo il modo di conoscerci. Certo, lo staff tenta di aiutare, ma comunque per una serie di fattori ti ritrovi imbrigliato. Luca e Cecilia della mia edizione si sono abbastanza divertiti in viaggio di nozze, ma se non trovi a pelle complicità con il tuo partner diventa difficile.

Tra te e Ambra non c’è mai stata questa complicità. Adesso siete legalmente divorziati, giusto?

«Sì, sono divorziato ma in ottimi rapporti con la mia ex moglie. In questo ho un po’ rotto gli schemi rispetto alle altre edizioni. Nonostante con Ambra non ci sia stato nemmeno un bacio, Matrimonio a prima vista è stata un’esperienza talmente forte che mi sono sentito come dentro a una relazione vera. Con le mie ex non ho mai avuto il piacere di mantenere un rapporto, con Ambra invece mi sono detto: “Abbiamo condiviso questa esperienza, non è scattata la chimica, perché non rimanere amici? Proviamoci”».

matrimonio a prima vista Italia

Dopo poco più di un mese di matrimonio, tu avevi detto di voler continuare con lei. È stata Ambra a chiedere il divorzio.

«Il mio sì è stato preso come un “questo ci sta sotto”. In realtà io ero straconvinto del no di Ambra. In fase di selezione non avevo fatto particolari richieste estetiche. Però volevo una ragazza buona d’animo, con dei valori, seria. Queste cose le avevo trovate in Ambra, per questo non dovevo dire io di no, doveva essere lei a mettere fine all’esperimento».

Quando hai capito che non avrebbe mai funzionato?

«Il matrimonio in sé, intendo il ricevimento, era andato bene. Ci eravamo divertiti, si era creato un bel legame subito. In viaggio di nozze in Marocco si è però sempre tirata indietro, rifiutando ogni contatto fisico. Però l’ho capito definitivamente durante una passeggiata sul lungomare, dopo un periodo di convivenza a Terni andato piuttosto bene, quando mi ha ribadito di non vedere in me l’uomo di polso che cercava».

Hai nominato Terni, la tua città. Cosa ti hanno detto in famiglia?

«Mio padre Lamberto è simile a Daniele (suo fratello, ndr), che definisco il papà degli anni Duemila. L’ha presa con divertimento ed è paradossale, perché non è da lui, ma diciamo che dopo la morte di mamma si è un po’ alleggerito, forse per dare a noi due qualcosa del suo carattere. Anche Daniele si è divertito: è stato lui a creare la mia fanpage su Instagram, fondamentale per creare una community visto che fino alla fine delle puntate non potevamo avere profili social attivi. In generale ho avuto grande supporto da parte della famiglia e anche degli amici. Probabilmente avrei fatto comunque questa esperienza, ma l’avrei vissuta peggio».

Hai accennato ai tuoi fan. Li hai incontrati di persona, fatto conoscenze interessanti?

«Eh, hai voglia! Ho vissuto un post programma molto divertente. Il bello di Matrimonio a prima vista è che sei più conosciuto, ma non diventi proprio famoso. Quindi ti risparmi qualche contro della “celebrità”, tipo la vita privata ovattata. Ti prendi una piccola fetta per un breve lasso di tempo. La gente ti ferma per strada, ti saluta, ti chiede la foto o l’autografo. Una ragazza mi ha detto di aver messo il mio accanto a quello di Gigi D’Alessio: le firme dei suoi idoli, insieme (ride, ndr)! Ho conosciuto molte persone interessanti e interessate. Alcune folli, non lo nego, tipo una ragazza che mi sono ritrovata sotto casa: si era fatta quattro ore di auto perché dalle mie stories aveva capito qual era il bar dove prendevo il caffè».

Ne avrai deluse di fan, mettendoti con Nicole…

«In realtà era una fan anche lei, visto che mi aveva apprezzato da spettatrice. Matrimonio a seconda vista (ride, ndr)! Ci siamo conosciuti a settembre 2020 nel suo periodo di “limbo”, quello che va dalla fine delle registrazioni a quella della messa in onda, in cui sei un groviglio di emozioni ma, alla luce del sole, non puoi fare niente, nemmeno riattivare i social. Per vie traverse mi ha contattato Giorgia, un’altra sposa della sua edizione, che ci ha messo in contatto. Abbiamo avuto una specie di colpo di fulmine: in una videochiamata di tre ore abbiamo parlato mezzora dell’esperimento e per il resto di noi. Poi, galeotta fu Verona: ero lì per motivi di lavoro e lei mi ha raggiunto per un aperitivo, da cosa nasce cosa…».

All'inizio lei sapeva molto di te, tu praticamente niente di lei.

«Esatto, quando abbiamo iniziato a frequentarci dovevo ancora vedere le puntate con Nicole, che ha avuto un’esperienza particolarmente forte. Lei e Andrea sono rimasti sposati alla fine dell’esperimento, ma poi suo marito Andrea l’ha lasciata e ha iniziato una relazione con una sposa separata della stessa edizione, Sitara. Quello che posso dirti con grande soddisfazione è che tutte le cose forti che mi ha raccontato, pesanti da vedere da compagno, io l’ho riviste nel programma e questo è stato molto importante».

I tuoi fan come hanno reagito a questo “crossover” tra due stagioni di Matrimonio a prima vista?

«Sono impazziti. Visto che non potevo annunciare di stare con Nicole, ho fatto intendere ai miei follower di essermi fidanzato con una certa Eretica, che per vari impegni e timidezza non poteva rivelare la sua identità. Nessuno pensava potesse essere lei, visto che in quel periodo stavano andando in onda le puntate con lei e Andrea. Quando nell’episodio finale “Tutta la verità” si scopre di Andrea e Sitara e che Nicole ha una relazione con una persona vicina al programma, è scattato il totonome. I suoi follower non hanno collegato subito le due cose, i miei invece sì… Il pubblico si è affezionato subito alla nostra coppia, formata dai “maltrattati” delle ultime due edizioni. Considerando che in tutto il programma c’è solo una coppia ancora sposata a distanza di anni, Francesca e Stefano della seconda, è eccezionale il fatto che due sposi “sfigati” si siano trovati senza l’aiuto degli esperti».

Nicole al momento è separata. Dopo il suo divorzio, ci sarà per caso un altro matrimonio?

«Non esageriamo! Abbiamo un rapporto bellissimo, anche se siamo persone diverse. Ma stiamo insieme da meno di sei mesi e, per quanto l’età ci sia, vogliamo andarci piano. Viviamo a distanza, io a Terni lei a Milano, vederci non è facile causa pandemia, insomma non dobbiamo correre».

Beh, in fondo quanto a matrimoni affrettati avete già dato…

«Papà si lamentava perché io e Daniele non ci eravamo sposati e non avevamo fatto figli. Ecco, gli ho detto: “Per il matrimonio ho fatto io, al resto ci pensa lui”. Scherzi a parte, mi piacerebbe risposarmi, magari con Nicole, ma la priorità è al momento cementare il rapporto».