Tempo Libero
Tempo Libero

X Factor 2021 Bootcamp: i voti della seconda serata

La settimana scorsa hanno fatto le loro scelte Manuel Agnelli e Mika. Le pagelle di Hell Raton, Emma Marrone e dei concorrenti visti ieri sera.

La settimana scorsa hanno fatto le loro scelte Manuel Agnelli e Mika. Le pagelle di Hell Raton, Emma Marrone e dei concorrenti visti ieri sera.

Dopo aver assistito alle modalità con cui Manuel Agnelli e Mika hanno selezionato i rispettivi scappati di casa, questa settimana era la volta di Emma Marrone e Hell Raton. Come ogni bootcamp che si rispetti…. anzi no, che si rispetti un piffero: un bootcamp è l’addestramento militare delle reclute, che c’azzecca con X Factor? Vabbè, riflessioni personali a parte, stessa formula di sempre: cinque sedie da assegnare e meccanismo dello switch, sempre meno temuto di quello al nuovo digitale terrestre.

Hell Raton

Nel mondo musicale c’è chi sta con le pezze al c…, lui invece ce l’ha addosso. Più variopinto di Arlecchino, si dà alla  teoria dei colori nemmeno fosse Goethe, fino a diventare stucchevole. Mette insieme una squadra vestita davvero male, ma su questo oggettivamente non ha colpe: musicalmente sbaglia poco o niente. Voto 7,5.

Versailles

Quando entra mi sembra che i giudici lo chiamino “Basaglia”: non promette bene, ma in realtà mi sono solo distratto un attimo. Goosebumps, pelle d’oca, quella che viene guardando i suoi capelli. Ma il suo mash-up piace. 7,5.

Jathson

Capisco l’astio per l’identità di genere, ma perché avercela anche con le sopracciglia? A fine bootcamp picchia il tizio che ha detto: «Magnetica» durante la sua esibizione. Mezzo voto in meno in pagella per l'inutile violenza. Voto 5.

Kalpa

Cher chi? Autotune a manetta e chi s’è visto s’è visto. Con quel cappello, è più credibile come pescatore che cantante: da Kalpa a carpa. Hell Raton gli dà la sedia, solo per il gusto di togliergliela alla prima occasione. Voto 4.

Distorted Visions

Delicatissimi, dice Emma che non in effetti non sbaglia. Sono sicuro che qualche anno fa abbiamo vinto l’Eurovision, ma non sono pronti per X Factor. Hell Raton poi snocciola le sue conoscenze musicali, acquisite sbirciando su Wikipedia durante l’esibizione. Voto 4,5.

Etta

Il mio deserto non è solo il titolo della canzone che porta, ma anche quello che si troverà sotto al palco dei prossimi concerti alle sagre di paese. Bocciata. Voto 5.

Melli e Gemma

Quando avrete voglia di dire: “Mi sono messa la prima cosa che ho trovato nell’armadio”, riguardate la loro esibizione. Ma i White Stripes che si sono fatti un sacco di strisce colpiscono Manuelito e si prendono la sedia. Voto 7.

L8

Anche io L8, per non cambiare canale durante l’esibizione di Freak, che all’inizio scambia X Factor per la Corrida. Cambia marcia quando si mette la bandana alla Tupac. Voto 6.

Mira

Probabilmente il suo colore preferito è il rosa, ma mente quando dice che sono viola e giallo. Hell Raton prende la Mira e la mette al posto di Kalpa. Voto 7.

Beckenbauer

Portano Luna dei Verdena, pensando di omaggiare Manuel Agnelli che però canta negli Afterhours. Vanno fuori tempo di brutto, come il Kaiser Franz non ha mai fatto in carriera. Voto 5.

Edo Spinsante

Vestito peggio di Hell Raton, United Colors of Edoardo Spinsanton porta l’inedito Altro, quando sarebbe stato meglio se avesse portato altro. Ma canta di rabbia e colpisce. Voto 7.

22:22

Tra avanguardia e il tizio che ti chiede gli spicci fuori dal supermercato, 22:22 canta a cappella, ma non come i Neri per Caso. Hell Raton lo elimina con le lacrime agli occhi. Per averlo dovuto ascoltare. Voto 3.

Karakaz

Satisfaction, come quella provata da Hell Raton quando sente dire grigio, che è il colore del suo manto. Satisfaction, come quella provata dal pubblico a casa quando Jathson si alza e se ne va. Voto 7.

Barkee

All’ultimo respiro ci prova Barkee. L’esibizione è quel che è, così come l’idea di indossare uno dei cappelli della collezione di Kalpa. Voto 5.

Emma Marrone

Reduce dai polpettoni della pandemia, passa dal k-way Anni ‘90 alla giacca da Tigre del Salento qual è: entra letteralmente sfilando è è subito Milano Fashion Week. Non si vergogna di ammettere che ama le cose sporche, anzi lo rivendica con orgoglio. Rimane il dubbio se si stesse riferendo ai capelli di Agnelli o ad altro. Colleziona gruppi, poi si dà una regolata, compie scelte difficili e alla fine mette insieme un roster fortissimi. Voto 8.

Lysa

Visto il successo di Nika Paris, Lysa entra a Gambatese sui bootcamp scegliendo il francese e Formidable, prende la sedia. Piange senza motivo tutto il tempo e quando Vale LP gli soffia il posto, finalmente ne ha uno. Voto 7.

Noite

Sale grosso, tradizionale musicale genovese. I Noite sanno di mare, sanno di antico, ma non di stantio. Emma concede alla band la sedia, ma servirebbe l’intera platea. Difatti poco dopo li manda via. Voto 6.

Edo

Echi di Napoleon Dynamite quando Edo sale sul palco. Canta Flaws, ma la sua interpretazione di difetti proprio non ne ha. Voto 8.

Cassandra

Cos’è Il Genio? Beh, il duo che nel 2008 ci ha regalato la bellissima Pop Porno. Apprezzabile la cover, peccato che il cantante abbia lasciato al voce a casa. Fuori con lo switch. Voto 6,5.

Manuela Amadori

Ci sono più stecche nella sua esibizione che nella sala biliardo dove è stato girato il video della già citata Pop Porno. Voto 4.

Riva

In bianco come la lista dei grandi successi della loro futura carriera, i Riva cantano qualcosa di davvero già sentito. Agnelli fa finta di apprezzarli, sperando che Emma dica loro sì. E succede davvero. Voto 5.

Sarai

Più concentrata sulla chitarra rispetto alla voce, viene fatta fuori senza pietà da Emma, che non le propone nemmeno di entrare a far parte dei Noite: non c’è più posto. Voto 5,5.

Vale LP

Pronta per il pigiama party nel backstage, viene rimbalzata all’ingresso per colpa delle ciabatte, più brutte delle Crocs. Ma il brano Porcella è un instant classic. C’è poco da dire. Voto 8.

Anna René

Dead woman walking, non ha nessuna possibilità di accaparrarsi una sedia e lo sa. Si accontenta di lanciare la moda dei pantaloni a zampa di mammut. Voto 4.

Le Endrigo

Dammi una lametta che mi taglio le vene. Non proprio il pensiero delle band sedute mentre si stanno esibendo, ma siamo lì. Emma apprezza e fa alzare i Noite. Voto 7,5.

Gianmaria

Ricorda l’ex juventino Krasic e in effetti nel suo sguardo c’è lo stesso disagio. Mamma scusa è la stessa canzone dell’altra volta, Emma non se ne accorge e fa lo switch con i Cassandra. Voto 6.

Beart

Non ci vediamo da un po’, canta Beart. Ci sarà stato un motivo. Piuttosto, dove sono finiti gli Uomini Coreani? Voto 4,5.