Tempo Libero
Tempo Libero

Chi era Ida B. Wells, la giornalista e suffragetta a cui è dedicata la nuova Barbie

La nuova arrivata della collezione Inspiring Women Series™ omaggia l'attivista per i diritti degli afroamericani

La nuova arrivata della collezione Inspiring Women Series™ omaggia l'attivista per i diritti degli afroamericani

Il 17 gennaio la collezione Inspiring Women Series™ di Barbie si arricchisce di una nuova icona: Ida B. Wells. Anche se il suo nome è meno famoso rispetto a Rosa Parks o Martin Luther King, si è scelto proprio il giorno dedicato a questo attivista americano, nel contesto del Balck History Month, per presentare una donna di colore molto famosa e importante nella storia della conquista dei diritti per i neri.

Chi era Ida B. Wells

Ida B. Wells nasce a Holly Spring, in Mississippi, nel 1862. A quel tempo era in schiavitù. Diventa orfana a 16 anni, trovandosi come figlia maggiore di sei tra fratelli e sorelle. Inizia a far parlare di sé nel 1890, quando diventa la protagonista di una campagna contro il linciaggio, attraverso degli articoli investigativi sull’uccisione di tre proprietari di negozi di alimentari.

I linciaggi operati al grido di difesa delle donne bianche erano in realtà giustificati ma ragioni economiche. Infatti, Ida scopre che i tre neri linciati erano concorrenti diretti di un negozio di alimentari locale, condotto da bianchi.

Seduta nel posto "sbagliato"

Ma Ida B. Wells conquista gli onori della cronaca all'età di 21 anni. Siamo nel 1883. Ida ha acquistato un biglietto del treno, che la porterà da Memphis a Woodstock, nel Tennessee, dove fa l’insegnante. Arriva il capotreno per controllare il biglietto e le dice che è seduta nella carrozza sbagliata. C'è ancora la segregazione e le persone di colore siedono in carrozze separate. Ma Ida non si muove: per lei non c'è niente di sbagliato nel posto occupato. Il capotreno arriva a trascinarla via, ma lei lo morde su una mano. Ida cita la compagnia ferroviaria in tribunale e ottiene 500 dollari di risarcimento danni.

Ma anni dopo la Corte suprema del Tennessee annulla la decisione. Qui inizia la sua carriera di giornalista. Infatti, in risposta a questa decisione, scrive un articolo sul Living Way, un giornale locale, raccontando l'accaduto e lanciando così il dibattito pubblico. Nel 1887, durante la National Afro-American Press Convention, Ida B. Wells è proclamata la giornalista più importante della stampa nera americana.

Ida ha speso oltre 50 anni della sua vita sfidando lo status quo e ispirando generazioni di attivisti. È stata tra le fondatrici della National Association for the Advancement of Colored People (Naacp). In più, nel 2020 la giornalista ha vinto il Premio Pulitzer postumo per i suoi «coraggiosi resoconti sulla violenza orribile e feroce contro gli afroamericani durante l’era del linciaggio».

Una Barbie per ricordarla

Un lungo abito blu scuro con colletto e orlo delle maniche in pizzo, la Barbie creata da Mattel per ricordare Ida B. Wells colloca la giornalista in un momento molto preciso della sua vita. Infatti, la bambola tiene tra le mani il Memphis Free Speech, il giornale di cui divenne direttrice e comproprietaria nel 1889.

È una Inspiring Women, proprio come la poetessa Maya Angelou, la matematica della Nasa Katherine Johnson, la cantante Ella Fitzgerald e la star del tennis Billie Jean King. Nella sua serie Mattel ha reso omaggio anche alla stessa Rosa Parks, a Frida Kahlo e altre icone dell’emancipazione femminile.

Per chi volesse approfondire la figura di Ida B. Wells, Mattel ha organizzato per il 18 febbraio 2022 un evento virtuale Barbie Dream Gap con Michelle Duster, la pro-pronipote dell'attivista.