Tempo Libero

Tanto di cappellino by innocent: come realizzare il CAPPELLINO SENIGALLIA

Paraorecchie, catenella e pompon per questo cappellino che potrebbe dare del filo da torcere alle knitter meno esperte. Realizzandolo aiuterai Auser Lombardia, associazione che offre calore e supporto agli anziani in difficoltà.

Paraorecchie, catenella e pompon per questo cappellino che potrebbe dare del filo da torcere alle knitter meno esperte. Realizzandolo aiuterai Auser Lombardia, associazione che offre calore e supporto agli anziani in difficoltà.

Come ogni inverno, innocent, che dal 1999 realizza bevande fresche, sane e 100% naturali, chiama all’appello tutti gli appassionati di lavoro a maglia per portare calore, supporto e compagnia a milioni di persone anziane. Per sostenere l’iniziativa “Tanto di cappellino” basta mettersi comodi sulla propria poltrona e munirsi di gomitolo di lana, due ferri da maglia, forbici, ago e filo. L’obiettivo? Realizzare dei piccoli cappellini di lana per vestire gli smoothie di frutta che da febbraio popoleranno gli scaffali del fresco dei principali supermercati. Per ogni bottiglietta venduta saranno donati 0,20 euro ad Auser Lombardia, storica associazione di volontariato da sempre impegnata a favorire l’invecchiamento attivo degli anziani. Per inviare i cappellini a innocent c’è tempo fino al 6 gennaio 2021. Ecco l’indirizzo a cui inviarli: innocent italia, Bastioni di Porta Nuova 21, 20121 Milano.

Cappellino difficoltà media step by step: Senigallia

Se desiderate entrare nel club degli sferruzzatori di “Tanto di cappellino”, avete già un po’ di esperienza nel mondo dell’uncinetto e siete alla ricerca di ispirazione e magari anche di qualche dritta, siete nel posto giusto. In questa breve guida vedremo come realizzare Senigallia, il berretto in calda lana, colorato e con tanto di pompon.

Di cosa abbiamo bisogno per realizzare il nostro berretto:

  • Gomitoli di lana di due colori
  • Uncinetto nr. 4
  • Marcapunti
  • Ago da lana
  • Forbici

Alcune indicazioni prima di iniziare a sferruzzare:
Per realizzare Senigallia andremo ad aggiungere alla base, la stessa del cappellino Jane, il cambio colore e creeremo dei piccoli paraorecchie che terminano con il punto pouff (un punto in rilievo).
La lavorazione sarà circolare, quindi non chiuderemo mai il giro, ma segnaleremo con un marcapunti la prima maglia di ogni nuovo giro.

I punti che impiegheremo sono:

  • Maglia bassissima (vedi Cappellino Jane)
  • Maglia bassa (vedi Cappellino Jane)
  • Maglia alta (prendiamo il filo sull’uncinetto, entriamo nella catenella, tiriamo fuori il filo. Sull’uncinetto avremo 3 fili, riprendiamo il filo sull’uncinetto e passiamo attraverso i primi due fili, in seguito ripetiamo lo stesso procedimento passando attraverso gli ultimi due)
  • Maglia altissima (prendiamo due volte il filo sull’uncinetto, passiamo nella catenella, tiriamo fuori il filo prendo il filo sull’uncinetto e passiamo attraverso i primi due. Prendiamo nuovamente il filo e passiamo attraverso altri due per poi ripetere questo stesso procedimento passando attraverso gli ultimi due)

Come effettuare il cambio colore:
Il cambio colore può essere effettuato nell’ultima maglia del giro precedente. In generale, quando agganciamo il filo del nuovo colore, lavoriamo “codino” corto per le prime 2/3 maglie insieme al filo principale per assicurarle. Vediamo come fare:

  1. Per prima cosa entriamo con l’uncinetto nella maglia prima del marcapunti (cioè l’ultima del giro precedente) e poi prendiamo e tiriamo fuori il filo del colore 1 (fin qui ci troviamo davanti ad una maglia bassa classica).
  2. Andiamo poi ad agganciare il filo del colore 2 e chiudiamo la maglia bassa passando attraverso i due fili che abbiamo sull’uncinetto.
  3. L’aggancio del filo lo effettueremo un’unica volta. Per le successive ci muoveremo in questo modo: entriamo con l’uncinetto nella maglia prima del marcapunti, prendiamo e tiriamo fuori il filo del colore 2 che stiamo utilizzando e poi riprendiamo il filo del colore 1, chiudendo la maglia bassa con questo.

Gli step per realizzare il cappellino Senigallia

Per prima cosa avviamo un anello magico con 6 mb (maglie basse) utilizzando il filo verde, il nostro colore 1. In alternativa possiamo sostituire l’anello con 4 catenelle chiuse a cerchio e fare 6 mb all’interno.

Avviare un anello magico

In questo secondo step ci muoveremo per aumenti e quindi segnata la prima maglia del giro, faremo 2 maglie basse in ogni maglia bassa che incontriamo. Totale: 12 mb

 Procedere per aumenti

Proseguiamo con 1 mb e 1 aumento. Segnata la prima maglia del nuovo giro, nella prima maglia faremo una maglia bassa, nella seconda un aumento ottenendo così 2 mb nella stessa mb, mentre nella terza 1 mb e nella quarta un aumento ripetendo fino alla fine del giro. Totale: 18 mb .

1 mb e 1 aumento

Arrivati a questo punto, continuiamo con 1 mb, 1 mb e 1 aumento. Segnata la prima maglia del nuovo giro, nella prima maglia faremo 1 mb, nella seconda un’altra mb e nella terza un aumento fino alla fine del giro. Totale: 24 mb (6 cm di larghezza circa). Avendo utilizzato un uncinetto più piccolo ed un filato più sottile rispetto al cappellino Jane, sarà necessario aumentare i giri della base per raggiungere la misura che ci occorre.

1 mb, 1 mb, 1 aumento

Giro di maglie basse Verde (colore 1): 24 mb
Giallo (colore 2), un giro di maglie basse: 24 mb

Cambio colore giallo

Verde (colore 1), un giro di maglie basse: 24 mb

cambio colore

Giallo (colore 2), un giro di maglie basse: 24 mb
Verde (colore 1), un giro di maglie basse: 24 mb
Giallo (colore 2), un giro di maglie basse: 24 mb
Verde: 4 mb, 1 mezza maglia alta, 1 maglia alta, mezza maglia alta, 9 mb, mezza maglia alta, 1 maglia alta, mezza maglia alta e terminiamo con 5 mb. Per sapere dove fare il paraorecchie, pieghiamo il cappellino a metà (con il marcapunti dietro) e segniamo i due punti centrali laterali (le maglie alte).

Cambio colore giallo e verde

Verde (colore 2): 4 mb, 1 maglia alta, 1 maglia altissima, 1 maglia alta, 9 mb, 1 maglia alta, 1 maglia altissima, 1 maglia alta e terminiamo con 5 mb per un totale di 24 mb e 7 centimetri d’altezza.

A questo punto concludiamo con una maglia bassissima nella prima maglia successiva, tiriamo e tagliamo il filo, utilizzando poi un ago da lana per cucirlo e nasconderlo.

tirare e tagliare il filo

Vediamo adesso come realizzare le catenelle da agganciare al paraorecchie:

Iniziamo agganciandoci alla maglia altissima e facendo 12 catenelle.

come realizzare le catenelle del cappellino

A questo punto entriamo nella seconda catenella, prendiamo il filo e lo tiriamo fuori. Nient’altro che una mb classica non ancora chiusa. Riprendiamo poi il filo e rientriamo nella stessa catenella portando fuori il filo per la seconda volta, riprendiamo il filo sull’uncinetto e rientriamo nella catenella e riportiamo fuori il filo. Abbiamo ripetuto questo passaggio per un totale di 3 volte. Riprendo il filo sull’uncinetto e chiudo insieme tutte le maglie che ho sull’uncinetto.

 Paraorecchie per cappellino

A questo punto aggiungiamo una catenella per assicurare la chiusura del nostro piccolo punto Pouf e proseguiamo con una maglia bassissima per ogni punto della catenella fino ad arrivare al punto in cui ci siamo agganciati all’inizio. Tiriamo e tagliamo il filo.

Punto Pouff

Ripetiamo lo stesso procedimento per il secondo paraorecchie.

Secondo paraorecchie

Pompon effetto “pelo lungo”: aiutiamoci con il cartoncino

Aiutandoci con un cartoncino sottile o con un foglio di carta molto spesso, possiamo realizzare un pompon dall’effetto “pelo lungo” da cucire in cima al nostro cappellino.

Per farlo disegniamo sul cartoncino due cerchi dal diametro di circa 4 cm, li ritagliamo e li foriamo nel centro (il foro dovrà permettere all’ago da lana di passare comodamente con il filo per più giri).

Realizzare un pompon

A questo punto sovrapponiamo i due cerchi, inseriamo nel foro centrale ago e filo e partendo dal centro, a raggiera, ricopriamo i due cerchi sovrapposti.

Ricoprire i due cerchi a raggiera

Tagliamo il filo e aiutandoci con delle forbici tagliamo i due cerchietti orizzontalmente: il filo arrotolato si taglierà in due. Inseriamo tra i due cerchi un filo di lana dello stesso colore (tagliato precedentemente) e chiudiamolo unendo le due estremità in un nodo stretto.

Finire il pompon

Tagliamo o facciamo scivolare lateralmente i due cerchi di cui non abbiamo più bisogno, aggiustiamo le ciocche più ribelli e cuciamolo al cappellino.

Eccoci arrivati alla fine della guida. I nostri cappellini servono per una causa bella e importante e se non sono perfetti, non importa. Guardiamo al di là del gomitolo!