Tempo Libero
Tempo Libero

Che cos’è e come funziona il FantaSanremo?

Le cose da sapere fantasy game basato sul Festival della canzone italiana. Che, nato in un bar di Porto Sant’Elpidio, è diventato un fenomeno nazionale.

Le cose da sapere fantasy game basato sul Festival della canzone italiana. Che, nato in un bar di Porto Sant’Elpidio, è diventato un fenomeno nazionale.

Perché Sanremo è Sanremo. E anche il FantaSanremo è FantaSanremo. Sempre uguale a sé stesso, ma più grande ogni anno che passa, il fantasy game basato sul Festival della canzone italiana torna nel 2023, con nuovi bonus e malus e il sogno, da parte degli iscritti, di conquistare la gloria eterna. Ecco che cos’è e come funziona il FantaSanremo.

Cos’è il FantaSanremo 

Il FantaSanremo è un fantasy game basato sul Festival della canzone italiana, consistente nell'organizzare e gestire squadre virtuali formate da cinque degli artisti in gara, di cui uno deve necessariamente essere scelto come capitano. Per intenderci, è il format del Fantacalcio, adattato alla kermesse dell’Ariston. In entrambi i casi non c’è bisogno di sapere come funziona il fuorigioco.

Le origini e il successo 

Il FantaSanremo nasce nel 2020 dall'idea di un gruppo di amici, soliti ritrovarsi al Bar Corva da Papalina di Porto Sant'Elpidio (provincia di Fermo), per assistere insieme alle serate del Festival. Dopo la prima “edizione” con 47 partecipanti, l’anno seguente grazie all’endorsement di diversi influencer, il fantasy game (passato sul web causa pandemia) acquista notorietà: alla fine i partecipanti saranno ben 46.962. Visto il repentino successo online, vengono create le banconote dei "Baudi", con Pippo sul taglio da 100 e altre storiche figure della rassegna sugli altri. Il 2022 è l’anno della consacrazione: oltre mezzo milione i partecipanti, con artisti in gara e persino Amadeus trascinati dalla piena del fenomeno.

Il regolamento 

Nel corso delle edizioni, il regolamento ha subito varie modifiche per adattarsi di volta in volta alla nuova dimensione del gioco. Ad ogni modo, il succo non è cambiato: ci si iscrive, si scelgono cinque big del Festival e, in base a cosa faranno sul palco, i partecipanti guadagnano o perdono punti.

Come iscriversi

Innanzitutto, iscriversi è gratis. Basta creare un account, seguendo poi la procedura per completare la registrazione. Sul sito ufficiale è presente un tutorial, che accompagna i giocatori nella creazione della squadra. È possibile iscriversi entro lunedì 6 febbraio 2023 alle ore 23.59. Ogni giocatore può iscrivere la sua squadra in una lega, ovvero un campionato separato e parallelo al “Campionato Mondiale” che poi esprimerà una propria classifica, per un torneo personalizzato tra amici, parenti, colleghi, etc.

Come giocare 

Ogni artista ha un valore variabile, espresso in baudi, che unito a quello dei colleghi del team non può andare oltre i 100 baudi.  Il più caro è Ultimo con 27, poi Marco Mengoni con 26 e Giorgia con 25. Paola & Chiara valgono 22 baudi, gli Articolo 31 invece 21. Ne servono 20 per Gianluca Grignani e 18 per Anna Oxa.

Cosa si vince 

Al termine della kermesse viene stilata una classifica degli artisti in gara, delle squadre e delle leghe. Non si vince niente di tangibile, ma a chi totalizza più punti spetta la “Gloria eterna”, come sottolinea il sito del FantaSanremo. Per conoscere il punteggio, non c’è bisogno di carta e penna o fogli Excel: farà tutto in automatico il sistema, che aggiornerà la dashboard dei partecipanti e le classifiche delle varie leghe.

Bonus e Malus 

Il regolamento prevede svariati bonus e malus assegnati a ogni artista in base a ciò che accade (sul palco e in platea) dal primo minuto del Festival fino al termine della diretta della serata finale. Ciò che accade prima e dopo non conta. I bonus e i malus dell'ultima puntata dell'artista nominato capitano vengono raddoppiati. L'artista che indossa il “braccialetto Jolly” raddoppia i punti ottenuti dal suo piazzamento in classifica o annullerà i malus derivanti da esso. Il braccialetto può essere utilizzato una sola volta in una qualsiasi delle serate del Festival, a eccezione della finale. Nella serata delle cover sarà considerato valido, al fine dell'assegnazione di bonus e malus relativi al cantante in gara, anche tutto ciò che riguarda gli eventuali ospiti che si esibiranno insieme all'artista stesso.

Bonus 

  • I bonus, così come i malus, sono molteplici. First things first, la posizione in classifica. Chi vince il Festival di Sanremo prende 100 punti, chi arriva secondo 70, chi si piazza sul gradino più basso del podio 50. E giù a scendere.
  • Il 17esimo prende zero. Poi cominciano i malus, sempre più “gravi”: il penultimo sconta un -20. Occhio a chi arriva ultimo: guadagna ben 50 punti.
  • I premi della critica valgono 50 punti. La lista dei bonus è lunghissima (consigliamo la consultazione del sito): Tananai che si classifica ultimo vale ad esempio 100 punti, mentre il piazzamento dei Cugini di Campagna al 22esimo posto ne garantisce 22. Se gli Articolo 31 ricevono 31 punti in una serata, ecco… 31 punti. E quanti sennò?
  • E non conta solo la serata finale: ci sono punti da dare o togliere anche nelle altre. Primo artista a esibirsi: +10; artista presentato da co-conduttore: + 5; artista presentato da ospite internazionale: +15; “dirige l'orchestra il Maestro Beppe Vessicchio”: +25. L’artista che “sottrae borsetta o effetto personale a un membro del pubblico” è meritevole del Bonus Pelù: + 20.

Malus 

Dai bonus ai malus, ecco alcune delle penalizzazioni.

  • Artista dice “FantaSanremo” sul palco: -10; presentatore sbaglia il titolo della canzone: -15; artista non scende la scalinata dell'Ariston: -5; artista dimentica parole del testo della propria canzone: -10; rottura o strappo involontari dell'abito: -20. Ma sono solo alcuni esempi.
  • L'artista che rompe volontariamente strumenti musicali perde 25 punti, così come quello che litiga con il pubblico.
  • A tal proposito, chi riceve fischi di disapprovazione del pubblico dell'Ariston (chiaramente udibili) viene penalizzato di 30 punti. Può capitare di ricevere un malus sebbene incolpevoli: l'interruzione del brano a causa di problemi tecnici costa 50 punti. Oltre al danno la beffa. È il FantaSanremo, bellezza.