Serie TV

Montalbano lascia Livia? Tutte le "Eve" di Salvo

Da Liliana al Tenente Belladonna, passando per Angelica. Tutte le donne che hanno fatto cadere in tentazione il commissario.

Da Liliana al Tenente Belladonna, passando per Angelica. Tutte le donne che hanno fatto cadere in tentazione il commissario.

No, non ha il fascino irresistibile di James Bond, quello che non deve chiedere mai troppo, ché basta che faccia due moine ed eccole lì, belle e impossibili ai suoi piedi. Né la malinconia perenne di Dylan Dog, l'indagatore dell'incubo, il playboy dark che colleziona cuori di donne mortalmente pericolose.

Ma non si può dire che Salvo Montalbano, il commissario più amato della tv, non rimanga indifferente al fascino femminile. Livia è sempre lì, granitica, bionda, una pazienza smisurata. È la sua confidente, la sua "coscienza", quella che non giudica, che ha scelto di stargli vicina nelle difficoltà. Attorno a lei un sciame di fanciulle che popolano i pensieri strani e le indagini del commissario. Cadere in tentazione è un attimo.

Eccole qui:

Angelica (Margaret Madè) – Il sorriso di Angelica

Montalbano si sente vecchio, fragile, solo. E ha voglia di giovinezza. Quella giovinezza che gli è sfiorita tra le mani in un baleno la vuole di nuovo masticare, palpare. Vuole sentirsi vivo. Non sa resistere quindi al fascino di una donna di trent'anni, Angelica, che gli ricorda la Angelica dell'Orlando Furioso protagonista delle sue fantasie romantiche sui banchi di scuola. Tradisce così per la prima volta Lidia, senza pudore.

Liliana (Barbara Bobulova) – Il gioco degli specchi

Liliana è la dolce vicina di casa di Montalbano, una femme fatale che ha lo scopo di sedurlo finendo per invischiarsi in un gioco più grande di lei. Lui sta per cedere, poi ci ripensa, poi pensa. L'intuito del commissario ha la meglio sul testosterone. E all'abbaglio iniziale succede il disincanto.

Adriana (Serena Rossi) – La vampa di agosto

Agosto, voglia di "calore", voglia d'amore. Giovane, bella, sfacciata, Adriana Morreale avvolge il commissario nelle sue spire, sfruttandolo per ottenere la propria vendetta. È la prima volta che Montalbano cade davvero nella rete, come un pesce lesso. Del resto, diceva papà Camilleri: Un uomo può campare cent’anni allato a ‘na fimmina, ma si farà pirsuaso di non averla mai conosciuta veramente.

Il tenente Belladonna (L'età del dubbio) – Isabella Ragonese

Il commissario, sempre alla ricerca di nuovi stimoli in un presente che non lo soddisfa, cade nuovamente in tentazione. A provocare un profondo turbamento in lui stavolta è l’ufficiale della Capitaneria di porto Laura Belladonna. Bella (e che te lo dico a fare), coraggiosa, la risata come una cascata di perle, 30 anni di meno. “Via la coscienza, via ogni dubbio, via la ragione”: Montalbano pensa per un attimo di poter ricostruire per davvero la sua vita assieme a lei. Il lieto fine non è previsto.

Rachele (Mandala Tyde) – La pista di sabbia

Salvo non resiste alla carica erotica della ricchissima Rachele, interpretata da Mandala Tayde. I due non sanno trattenere la passione e consumano il loro incontro rotolandosi in una stalla. Niente paura: è pura attrazione fisica. Il cuore di Salvo è ancora salvo (eheh). E Livia può stare tranquilla (per ora).

Foto tratte dal sito rai.it