Smart Life

Tutto su Clubhouse: il social che dà voce ai suoi utenti

Cos’è, come funziona e da dove arriva il successo di questa app, lanciata in piena pandemia e che oggi vale 100 milioni di dollari.

Cos’è, come funziona e da dove arriva il successo di questa app, lanciata in piena pandemia e che oggi vale 100 milioni di dollari.

Dentro non ci sono foto o video, ma solo suoni. Anzi, voci. Per iscriversi serve un invito e, almeno per ora, l’iPhone. Ecco le cose da sapere su Clubhouse, il social network del momento di cui tutti parlano, in cui molti vorrebbero parlare e che Elon Musk ha letteralmente mandato in tilt dandosi appuntamento con 5 mila follower per parlare di Marte e Neuralink.

Cos’è Clubhouse? 

Clubhouse è un social network che permette agli utenti di discutere di una varietà di argomenti, senza commenti o messaggi scritti: l'interazione è basata sulla voce, tutto avviene in diretta e niente viene registrato.

Come funziona: come ci si iscrive 

Iscriversi è facile, a patto di avere almeno 18 anni e possedere un iPhone: Clubhouse si scarica infatti gratuitamente dall’App Store di iOS. Al momento dell’iscrizione, è obbligatorio collegare l’account a un numero telefonico e, in attesa di un invito da un altro utente, è possibile riservare un nickname.

Come funzionano le stanze

All’interno della piattaforma ci sono delle stanze di vario tipo, con al loro interno persone che parlano. Chi le crea è di partenza l’unico moderatore, ma ha ha facoltà di nominarne altri. Una volta accettati dagli organizzatori, ci si unisce al pubblico come ascoltatori delle discussioni (con microfono disattivato), ma è possibile anche intervenire, se autorizzati dai moderatori, grazie a un tasto che funziona come “alzata di mano”. In base agli interessi indicati in fase di iscrizione, è il social a suggerire le stanze che potrebbero interessare l’utente. Questi spazi possono essere Open, Social o Closed.

Open 

Le stanze Open, come suggerisce il nome, sono aperte a chiunque voglia ascoltare una discussione.

Social 

Le stanze Social sono visibili (e dunque accessibili) solo alle persone che sono interconnesse tra loro.

Closed 

Nelle stanze Closed, quelle più private, entrano solo gli utenti invitati personalmente dal creatore dello spazio di discussione.

Gli inviti

Al momento, Clubhouse si basa su un sistema a inviti: tramite numero di telefono, ogni utente può infatti invitare due persone a iscriversi al social network. Chi invece è già iscritto, può essere accettato da un amico che ha un profilo attivo, che riceverà una notifica della richiesta. La piattaforma dovrebbe però rendere le iscrizioni libere dagli inviti nel corso del 2021.

Clubhouse su Android 

Un'app per Android è in via di sviluppo. Al momento, però, non non si sa quando verrà resa disponibile sul Play Store.

Da dove arriva il successo di Clubhouse

Lanciata ad aprile del 2020 dalla startup Alpha Exploration, Clubhouse ha trovato terreno fertile nella pandemia di Coronavirus, che ha ridotto la vita sociale degli utenti ma non la loro voglia di comunicare. Ha caratteristiche proprio di radio e podcast, però è diversa da entrambi: si può ascoltare, ma non ci sono trasmissioni 24 ore su 24 e tutto avviene in diretta, senza registrazioni. In un certo senso è come Zoom, altra piattaforma esplosa grazie al Covid-19, però garantisce maggiore privacy vista l’assenza della componente video.