Smart Life

Università telematiche, la nuova frontiera della didattica

Guida pratica alla scelta dell’università telematica: cos’è, come funziona e quali vantaggi garantisce?

Guida pratica alla scelta dell’università telematica: cos’è, come funziona e quali vantaggi garantisce?

In un’epoca fatta di distanziamento sociale e di riduzione degli spostamenti come quella in cui stiamo vivendo, anche studiare, per colpa del coronavirus, può diventare un’impresa. Frequentare le lezioni in presenza è più difficile, e non sempre le esigenze di studio e lavoro si conciliano.

In questi casi, il digitale interviene ancora una volta per facilitare la situazione e ridurre le distanze. E le università telematiche, in questo senso, possono rivelarsi una risorsa versatile e produttiva.

Cosa sono le università telematiche

Ragazza che studia per l'università telematica

Foto: Jozef Polc-123RF

Le università online o università telematiche sono enti universitari che erogano lezioni a distanza, via web, riconosciuti a tutti gli effetti dal Miur (Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca) con un apposito decreto del 17/04/2003, che stabilisce che i titoli di studio acquisiti mediante università telematica hanno lo stesso valore legale di quelli conseguiti in un ateneo “tradizionale”.

Si tratta di università a tutti gli effetti, con corsi, esami e lezioni da seguire secondo un preciso calendario, ma con orari e modalità più flessibili rispetto a quelle tradizionali.

Come funziona la metodologia telematica

Le università online si basano sull’e-learning, l’apprendimento telematico. Le lezioni sono quindi online (quasi tutte), sia registrate sia in diretta streaming a seconda della tipologia e dell’ateneo, e sono sempre disponibili sui siti dell’università. Tutti i materiali integrativi sono ugualmente disponibili sulle piattaforme dei singoli istituti.

Alcuni istituti prevedono anche qualche lezione da frequentare obbligatoriamente in presenza, ma molto dipende appunto dall’ateneo scelto. Ogni studente ha un tutor, che si occupa di accompagnarlo durante il percorso di studi, e deve presentarsi in università soltanto per gli esami.

Il boom delle lauree online 

ragazza che studia con libro

Foto Jozef Polc © 123RF.com

Con la pandemia da coronavirus sono aumentate nettamente, presso le università telematiche, le iscrizioni ai corsi di laurea disponibili online. Sempre più persone, infatti scelgono questa modalità per conciliare lo studio al lavoro: il calendario delle lezioni telematiche è più flessibile rispetto a quelle in presenza, e consente di seguire anche di sera, o nelle pause lavorative.

La maggior parte delle lezioni può essere seguita non solo da pc, ma anche da tablet e, in certi casi, anche da telefono, consentendo uno “smart studying”, la versione universitaria dello “smart working”.

Laurea online e laurea tradizionale: hanno lo stesso valore?

Il pregiudizio principale che riguarda le università telematiche è proprio quello che la laurea online abbia meno valore di quella tradizionale. Nulla di più falso: le università telematiche riconosciute dal Miur danno accesso a una laurea riconosciuta - come da decreto, appunto - pari a quella dell’università tradizionale.

Anche per accedere all’università online sono richiesti gli stessi titoli previsti per l’università tradizionale. Per essere ammessi al corso di laurea triennale e a ciclo unico, occorre essere in possesso del titolo di istruzione secondaria di secondo grado, o di altro titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo.

Per essere invece ammessi al corso di laurea magistrale o specialistica, occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

Quanto costa iscriversi a un corso di laurea online? 

I costi di una laurea online variano in base al corso di laurea scelto e all’università frequentata. Sulla retta, a differenza dell’università tradizionale, non influisce l’Isee, e cioè la certificazione del reddito (la retta è, insomma, uguale per tutti). Ogni ateneo ha convenzioni specifiche che consentono di abbattere i costi. Sono disponibili anche borse di studio, e i costi sono ammortizzati dall’assenza di libri di testo e dalla riduzione degli spostamenti.

Come scegliere l’università online che fa per te

Non c’è una formula magica per scegliere l’università online. La scelta va fatta sulla base del programma di studi, della laurea che si intende perseguire e, trattandosi di un’università telematica, degli orari delle lezioni e delle modalità di studio, dato fondamentale per conciliare le diverse esigenze.

Anche le modalità di esame fanno la differenza. Facendo esempi sulle università telematiche riconosciute dal Miur, ci sono università che propongono esami a crocette - come eCampus, Pegaso, UniDav e Mercatorum - e chi invece opta per esami scritti a risposta aperta, come UniMarconi, Uninettuno e Unitelma Sapienza. C’è poi la modalità proposta da Unicusano, un sistema misto che prevede 5 domande, di cui 2 a crocette e 3 a risposta aperta.

Infine, per capire quale Ateneo scegliere e a quale corso di laurea iscriversi, sul web si possono trovare molteplici servizi di orientamento, (come ad esempio quello di Punto Informatico), ai quali è sufficiente scrivere per ricevere una consulenza personalizzata sul proprio percorso formativo.

Perché scegliere di iscriversi a un’università telematica

Come detto, l’università telematica ha molti vantaggi rispetto a quella tradizionale. Chi lavora, e ha dunque orari fissi, e chi non riesce a frequentare in presenza, magari per questioni di distanza, ritrova nella flessibilità del corso di studi online una formula che consente di conseguire la laurea senza lasciare il lavoro o spostarsi dalla propria residenza.

Il corso di laurea online consente di scegliere un programma personalizzato di studi, e di ottimizzare i tempi seguendo a distanza e programmando soltanto le date in cui presentarsi per gli esami.

Foto apertura:  Jozef Polc-123RF